I tre migliori vini dolci del 2018 per il Gourmet Errante. I migliori in assoluto, per gusto ed emozioni.

0

Ecco a finire con i vini dolci, i miei migliori tre vini per categoria per il 2018. 
I migliori in assoluto, per gusto ed emozioni.

Quest’anno in ogni miei migliori tre ci metterò un’acqua, l’acqua che mi porterei con me nel mio errare, l’acqua è l’acqua di Nepi, nasce effervescente naturale a Nepi (Vt), nasce dalla Tuscia (www.acquadinepi.it)

Azienda agricola San Giusto
Loc. Salivoli, 6
Piombino (Li)

Uno dei tre vini dolci per il mio 2018 è il Nonno Gigi dell’azienda San Giusto di Pierluigi Bonti, Aleatico 100% IGT Toscana 2013. Ero alla fine della degustazione sulle anteprime toscane dei vari consorzi, a Firenze, (http://www.ilgourmeterrante.it/sito/santarpia-pizzeria-le-anteprime-dei-consorzi-firenze-sting/) ero stanco e mi ero seduto vicino ai vini di questa azienda con il mio amico Carlo Zucchetti, avevo degustato tanti vini, mancavano i vini dolci, passiti o vendemmie tardive che siano. Così vedendo questa etichetta e leggendo il nome del vino, mi è venuta voglia di degustarlo. Me lo sono versato da solo mentre scambiavamo opinioni con Pierluigi, mi è piaciuto da subito il colore e la densità, i profumi delicati, sono arrivati al mio olfatto con classe, mi hanno messo subito la voglia di berlo. Al primo sorso ho esclamato a Pierluigi: “Bravo, parlami di questo buonissimo vino”. Lui ridendo mi ha detto: “Lo produco per dedicarlo a mio nonno Gigi, le uve vengono fatte maturare sui graticci, poi diraspate e fermentate con le bucce… ti piace?” mi domanda. La mia risposta è stata: “Mi è sempre difficile scegliere tre vini dolci durante l’anno, ecco, questo è il primo”. Complimenti a Pierluigi per questo vino mai stucchevole, di complessità piacevolissima, un vino da godere con ottime gorgonzola, come è ottimo Nonno Gigi. 

Azienda agricola La Palazzola
Vocabolo Santa Lucia, 47
Stroncone (Tr)
www.lapalazzola.it

La cena del Ciliegiolo a Narni, come per l’anno precedente è finito con la cena alla Trota a Rivodutri, ottimo ristorante, quella sera ho mangiato anche uno dei miei migliori secondi dell’anno (http://www.ilgourmeterrante.it/sito/uovo-di-carciofo-alla-trota-dei-fratelli-serva-a-rivodutri-ri/). 
Tra i tanti vini bevuti quella sera … il migliore è stato l’ultimo,è stato:  Vin Santo 2003 di La Palazzola | Azienda Agricola La Palazzola di Stefano Grilli. Finalmente un Vin Santo degno di questo nome, finalmente la densità, la consistenza, la croccantezza di un grande Vin Santo. Quella sera i dolci sono stati tre e accompagnarli con questo ottimo Vin Santo è stato un piacevole notevolissimo. I dolci erano: Zuppa di agrumi, cioccolato bianco al sale ripieno di mango e gelato di olive nere. Un dolce che mi ha sfidato… e ha vinto perché mi è piaciuto tanto. Intrigante, divertente, da magiare con le mani e con il cucchiaio, un gran buon dolce.
L’altro: Come dire… “Zuppa Inglese!” Debbo e dobbiamo dire tutti grazie a Maurizio Serva che su mia richiesta ci ha fatto “rigodere” la sua zuppa inglese, l’ottima zuppa inglese della Trota. Questi due dolci, con questo Vin Santo hanno fatto nascere momenti di goduria assoluta. 

Ho bevuto altre annate di  Vin Santo di Stefano Grilli durante il mio errare, ogni volta si gode di ottimi vini dolci. 

Cantina Coffele
Via Roma, 5
Soave (Vr)
www.coffele.it 

Anteprima della settimana Vinitaly e varie manifestazioni, il mio Vinitaly inizia sempre il giovedì, quest’anno è stato un ottimo inizio con la visita all’azienda Coffele, io ci sono stato varie volte, mi è piaciuto portarci i miei due amici di questa settimana, loro sono Francesco Cerini e Marco Catena, questo è il racconto di quel giorno: (http://www.ilgourmeterrante.it/sito/il-vinitaly-2018-e-iniziato-cosi-coffele-multiforme-e-la-peca/). 
Qui però stiamo parlando di vini dolci. Durante la visita in azienda, Chiara Coffele andava e veniva, in quei giorni lei è sempre molto impegnata, soprattutto a scegliere il colore dei suoi capelli per il Vinitaly! Durante  il suo andirivieni ci ha portato un suo vino dolce, il dodicesimo vino degustato era stato Le Sponde, vino dolce anche lui, ma il vino che ci ha portato Chiara è stato un loro Terra Crea 2005, Garganega 100%. Conoscevo già questo vino e per me era un grande passito. L’ho ritrovato grandissimo: forza e struttura, densità, equilibrio, classe, beva infinita, da applausi alzandosi in piedi a omaggiare di tale nettare la famiglia Coffele Grazie a Chiara, per aver pensato di regalarci un momento pieno di emozioni. Un grandissimo vino dolce.  

Pasquale Pace

Pasquale Pace

Il Gourmet Errante, è ciò che faccio da sempre per passione. Ho avuto l'opportunità di degustare tanti vini e prodotti e di passare bellissimi momenti di confronto, discussione e allegria con produttori e artigiani di tutta Italia. Ho vissuto l’evoluzione di molte aziende e nel corso degli anni la curiosità, la ricerca e le scoperte mi hanno portato a disegnare una mappa di emozioni, fatta di persone e storie, che ho sempre cercato di comunicare e promuovere.
Pasquale Pace
Share.

Leave A Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi