Guida Vitae 2020 a cura dell’Associazione Italiana Sommelier, i vini premiati per la Toscana con un mio piccolo commento vino per vino

0

 

Associazione Italiana Sommelier
Presentazione Guida
Vitae 2020 – Degustazione
Roma Convention La Nuvola
Viale Asia
Roma
www.aisitalia.it
www.ilgourmeterrante.it
www.codivin.com
www.cantinaconforme.it
www.vinointorno.it

La degustazione dell’Associazione Italiana Sommelier si è svolta a Roma, il Roma Convention La Nuvola ha ospitato per due giorni tutti i delegati regionali dell’AIS.
Dopo sei anni a Milano debbo dire grazie ad Angelica Mosetti e Francesco Guercilena per essersi battuti affinché ciò accadesse.
Un posto fantastico, circa 7000 mq di spazio sfruttato al meglio.
Nel primo giorno si sono assegnati i 22 Tastevin regionali con la degustazione dei 22 vini e degli ottimi piatti dei fratelli Serva del ristorante bistellato la Trota a Rivodutri (Ri).    

Il giorno dopo dalle 11,00 alle 19,00 c’è stata la degustazione dei circa 600 vini premiate con le 4 vitae, io mi sono dato da fare e ho degustato circa 160 vini. Durante la degustazione, per tutto il giorno ci ha allietato il palato l’ottimo panettone della pasticceria Dolcemascolo di Frosinone.
Dopo la lunga interruzione eccomi a mettere i vini premiati regione per regione con un mio piccolo commento e con le foto della degustazione dei vini degustati per regione.
Continuo con la Toscana.

 122 4 Vitae per voi, 120 per me, ecco la Toscana:

 A 2018 – Fattoria Aldobrandesca (non lo conosco)
ALEATICO CRISTINO 2018 – La Piana (ne capirete sicuramente più di me)
ALEATICO PASSITO DELL’ELBA SILOSÒ 2018 – Arrighi (ne capirete sicuramente più di me)
AURITEA 2016 – Tenuta Podernovo (ne capirete sicuramente più di me)
BOLGHERI ROSSO CAMARCANDA 2016 – Ca’ Marcanda (beati voi che lo potete degustare)
BOLGHERI SASSICAIA 2016 – Tenuta San Guido (avercene qualche cassa)
BOLGHERI SUPERIORE ARGENTIERA 2016 – Argentiera (non lo conosco)
BOLGHERI SUPERIORE CAMPO ALLE COMETE 2016 – Campo alle Comete (ne capirete sicuramente più di me)
BOLGHERI SUPERIORE CASTELLO DI BOLGHERI 2016 – Castello di Bolgheri (ne capirete sicuramente più di me)
BOLGHERI SUPERIORE DEDICATO A WALTER 2015 – Poggio al Tesoro (ne capirete sicuramente più di me)
BOLGHERI SUPERIORE FOGLIO 38 2015 – Le Fornacelle (non lo conosco)
BOLGHERI SUPERIORE GRATTAMACCO 2016 – Grattamacco (questo 2016 è tanto buono)
BOLGHERI SUPERIORE GUADO AL TASSO 2016 – Tenuta Guado al Tasso (ne capirete sicuramente più di me)
BOLGHERI SUPERIORE LEVIA GRAVIA 2016 – Tenuta Caccia al Piano 1868 (non lo conosco)
BOLGHERI SUPERIORE ORNELLAIA 2016 – Ornellaia (un vino notevole)
BRUNELLO DI MONTALCINO 2014 – Baricci (non è affatto male)
BRUNELLO DI MONTALCINO 2014 – La Poderina (non lo ricordo bene)
BRUNELLO DI MONTALCINO 2014 – Pietroso (siete stati bravi anche in questa annata)
BRUNELLO DI MONTALCINO 2014 – Tenuta Il Poggione (non mi dispiace la sua beva)
BRUNELLO DI MONTALCINO 2014 – Tenuta Le Potazzine (anche in questa annata siete state all’altezza)
BRUNELLO DI MONTALCINO BRAMANTE RISERVA 2013 – Sanlorenzo (un’ottima riserva)
BRUNELLO DI MONTALCINO CERRETALTO 2013 – Casanova di Neri (loro sono bravissimi)
BRUNELLO DI MONTALCINO GIODO 2014 – Giodo (ne capirete sicuramente più di me)
BRUNELLO DI MONTALCINO GLI ANGELI RISERVA 2013 – La Gerla (non lo conosco)
BRUNELLO DI MONTALCINO GUALTO RISERVA 2013 – Camigliano (ne capirete sicuramente più di me)
BRUNELLO DI MONTALCINO MADONNA DELLE GRAZIE RISERVA 2013 – Il Marroneto (in questo vino c’è qualcosa di oltre alla qualità, all’ottimo)
BRUNELLO DI MONTALCINO PIAN DI CONTE RISERVA 2013 – Talenti (lo ricordo da dicembre dell’anno passato, non è male)
BRUNELLO DI MONTALCINO POGGIO AL VENTO RISERVA 2012 – Col d’Orcia (una garanzia)
BRUNELLO DI MONTALCINO POGGIO ALLE MURA RISERVA 2013 – Banfi (anche quest’anno siete riusciti a metterlo… pure il Tastevin per la Toscana)
BRUNELLO DI MONTALCINO PRIME DONNE RISERVA 2013 – Donatella Cinelli Colombini (lo risentirei volentieri)
BRUNELLO DI MONTALCINO RISERVA 2013 – Abbadia Ardenga (non lo conosco)
BRUNELLO DI MONTALCINO RISERVA 2013 – Fuligni (un’ottima riserva 2013, un’ottima riserva di Brunello)
BRUNELLO DI MONTALCINO RISERVA 2013 – Poggio di Sotto (sarei felice se risentissi Brunelli come quelli di qualche anno fa)
BRUNELLO DI MONTALCINO TENUTA GREPPO 2013 – Biondi-Santi (se avessi i soldi ogni anno ne comprerei un cartone)
BRUNELLO DI MONTALCINO UGOLFORTE 2014 – Tenuta San Giorgio (non lo conosco)
BRUNELLO DI MONTALCINO VIGNA SCHIENA D’ASINO 2013 – Mastrojanni (beati voi che lo avete degustato)
BRUNELLO DI MONTALCINO VIGNA SOCCORSO RISERVA 2013 – Tiezzi (non è affatto male)
BRUNELLO DI MONTALCINO VIGNAFERROVIA RISERVA 2013 – Pian delle Vigne (ne capirete sicuramente più di me)
BRUNELLO DI MONTALCINO VIGNAVECCHIA 2013 – San Polo (non lo conosco)
CAMARTINA 2015 – Querciabella (mi è piaciuto)
CAMPO ALLA SUGHERA 2015 – Campo alla Sughera (non lo conosco)
CARMIGNANO TERRE A MANO 2015 – Fattoria di Bacchereto (quest’annata ti fa tornare indietro alla qualità di una volta)
CARMIGNANO VILLA DI CAPEZZANA SELEZIONE 2009 – Capezzana (una buona selezione)
CEPPARELLO 2016 – Isole e Olena (un vino ottimooooooo)
CHIANTI CLASSICO BADIA A COLTIBUONO RISERVA 2016 – Badia a Coltibuono (lo voglio risentire con calma)
CHIANTI CLASSICO CAPARSINO RISERVA 2016 – Caparsa (felicissimo di trovarlo qui, sempre più una garanzia di qualità)
CHIANTI CLASSICO GRAN SELEZIONE 2015 – Colle Bereto (ne capirete sicuramente più di me)
CHIANTI CLASSICO GRAN SELEZIONE 2015 – Lornano (ne capirete sicuramente più di me)
CHIANTI CLASSICO GRAN SELEZIONE CASTELLO DI BROLIO 2016 – Barone Ricasoli (ne capirete sicuramente più di me)
CHIANTI CLASSICO GRAN SELEZIONE DON TOMMASO 2016 – Villa Le Corti (non lo conosco)
CHIANTI CLASSICO GRAN SELEZIONE ETICHETTA STORICA 2015 – Ormanni (alla cieca questa azienda mi esce sempre tra le migliori… significherà qualcosa)
CHIANTI CLASSICO GRAN SELEZIONE IL PURO VIGNETO CASANOVA 2015 – Castello di Volpaia (interessante)
CHIANTI CLASSICO GRAN SELEZIONE VIGNA DEL SORBO 2016 – Fontodi (l’ho detto dalle anteprime toscane che mi piaceva tanto)
CHIANTI CLASSICO GRAN SELEZIONE VIGNA IL CORNO 2015 – Castello di Radda (ne capirete sicuramente più di me)
CHIANTI CLASSICO GRAN SELEZIONE VIGNA LA FORNACE 2016 – Villa Calcinaia (tre gran selezioni 2016, tutte e tre ottime, tra i miei 9 migliori assaggi)
CHIANTI CLASSICO GRAN SELEZIONE VIGNETO BELLAVISTA 2016 – Castello di Ama (interessante)
CHIANTI CLASSICO GRAN SELEZIONE VILLA ROSA 2016 – Cecchi (non lo conosco)

CHIANTI CLASSICO QUERCIAVALLE RISERVA 2015 – Losi Querciavalle (lo vorrei risentire)
CHIANTI CLASSICO RISERVA 2015 – Quercia al Poggio (questa annata non è male)
CHIANTI RUFINA VIGNETO BUCERCHIALE RISERVA 2016 – Fattoria Selvapiana (sappiatelo aspettare)
CHIANTI RUFINA VIGNETO QUONA RISERVA 2016 – I Veroni (mi piace sempre)
COLORE 2016 – Bibi Graetz (non lo conosco)
CORTONA SYRAH APICE 2015 – Stefano Amerighi (l’apice dello syrah italiano)
CORTONA SYRAH CUCULAIA 2015 – Fabrizio Dionisio (un syrah che mi piace, questo 2015 è tanto buono)
CORTONA SYRAH MIGLIARA 2015 – Tenimenti d’Alessandro (lo vorrei risentire)
D’ALCEO 2015 – Castello dei Rampolla (c’è sempre un perché in questi vini)
DESIDERIO 2016 – Avignonesi (ne capirete sicuramente più di me)
DUEMANI 2016 – Duemani (un grande Cabernet Franc italiano che potrebbe confrontarsi con il mondo)
ERIVA 2015 – Podere Morazzano (non lo conosco)
FILARE 18 2017 – Casadei (mi è piaciuto, lo vorrei risentire)
FONTALLORO 2016 – Fèlsina (un ottimo Fontalloro)
FSM 2016 – Castello Vicchiomaggio (non lo conosco)
GRAND VINTAGE 2009 – Montepepe (un ottimo vino bianco italiano di 10 anni)
GRATIUS 2015 – Il Molino di Grace (ne capirete sicuramente più di me)
IL BLU 2016 – Brancaia (ne capirete sicuramente più di me)
IL BORRO 2016 – Il Borro (ne capirete sicuramente più di me)
IL CABERLOT 2016 – Il Carnasciale (un simbolo italiano)
IL CARBONAIONE 2016 – Podere Poggio Scalette (non è affatto male)
IL PARETO 2016 – Tenute Ambrogio e Giovanni Folonari (ne capirete sicuramente più di me)
JASSARTE 2016 – Guado al Melo (una buona bevibilità)
LA GIOIA 2015 – Riecine (la gioia di bere un ottimo sangiovese)
LA REGOLA 2016 – Podere La Regola (siamo sulla buona strada)
LA SIRAH 2016 – Tenuta Lenzini (un’azienda che adoro, adoro La Syrah) )
LE CICALE 2018 – Fattoria Sardi  (se si aspetta un rosato può diventare un buon vino)
LE PERGOLE TORTE 2016 – Montevertine (un’annata di Montevertine di cui se ne parlerà per anni e anni)
LUPICAIA 2015 – Castello del Terriccio (un’azienda bellissima e molto buona)
MALAROJA 2015 – Donne Fittipaldi (non lo conosco)
MAREMMA TOSCANA CABERNET POGGIO ALLE NANE 2016 – Fattoria Le Mortelle (non lo conosco)
MAREMMA TOSCANA CILIEGIOLO SAN LORENZO 2016 – Sassotondo (un ottimo ciliegiolo già da subito)
MASSETO 2016 – Masseto (se avessi i soldi ogni anno ne comprerei un cartone)
MESSORIO 2016 – Le Macchiole (già da subito un grande Messorio, immagino se si aspetta)
MEZZO BRACCIO 2017 – Tenuta Monteloro (non lo conosco)
MIX 36 2016 – Castello di Fonterutoli (non lo conosco)
MONTEVERRO 2016 – Monteverro (iniziano a stupire sempre di più i vini di Monteverro)
MORELLINO DI SCANSANO 2017 – Podere 414 (non lo conosco)
MORMORETO 2016 – Castello Nipozzano (non lo conosco)
ORCIA PETRUCCI ANFITEATRO 2016 – Podere Forte (un’annata che farà parlare di se)
ORCIA SANGIOVESE IL TOCCO DI CAMPOTONDO RISERVA 2015 – Campotondo (non lo conosco)
PALEO ROSSO 2016 – Le Macchiole (uno dei miei vini preferiti da sempre, ogni anno ne trovo conferma)
PAZZESCO 2016 – Castello del Trebbio (lo voglio risentire prima possibile)
PERCARLO 2015 – San Giusto a Rentennano (un fantastico Percarlo 2015, in un’altra degustazione l’ho fatto portare al mio tavolo, ne è uscito tra gli applausi)
PINOT NERO VIGNA BARAGAZZA 2015 – Marchesi Pancrazi (ne capirete sicuramente più di me)
PODERE DELLA CIVETTAJA 2016 – Podere della Civettaja (un’ottima annata caro Vincenzo, ormai lo è sempre di più)
POGGIO DE’ COLLI 2016 – Piaggia (un vino, un Cabernet Franc notevolissimo)
SAFFREDI 2016 – Fattoria Le Pupille (un 2016 da risentire)
SOLAIA 2016 – Marchesi Antinori (che gli dici… è buono)
SUVERETO MONTECRISTO 2016 – Bulichella (non lo conosco)
TIGNANELLO 2016 – Marchesi Antinori (che gli dici… è buono)

VAL DI CORNIA CABERNET SAUVIGNON OKENIO 2016 – Terradonnà (felice di trovare questa azienda tra i premiati) )
VALDARNO DI SOPRA SANGIOVESE VIGNA DELL’IMPERO 2016 – Tenuta Sette Ponti (non lo conosco)
VELTHUNE 2016 – Tenuta Poggio Rosso (non lo conosco)
VERNACCIA DI SAN GIMIGNANO L’ALBERETA RISERVA 2016 – Il Colombaio di Santa Chiara (tre vernacce una più buona dell’altra al Colombaio. Quest’anno per me il Campo della Pieve 2017 è fantastico)
VERNACCIA DI SAN GIMIGNANO SANICE RISERVA 2016 – Vincenzo Cesani (quando si aspettano le vernacce fatte bene, sono buone assai)
VIN SANTO DEL CHIANTI CLASSICO SAN NICCOLÒ 2013 – Castellare di Castellina (non è male)
VIN SANTO DI CARMIGNANO 2010 – Fattoria Ambra (bello aspettare i vin santo)
VIN SANTO DI CARMIGNANO RISERVA 2011 – Capezzana (buono, buono, buono)
VINO NOBILE DI MONTEPULCIANO ASINONE 2016 – Poliziano (un grande classico)
VINO NOBILE DI MONTEPULCIANO DAMO 2012 – Montemercurio (non lo conosco)
VINO NOBILE DI MONTEPULCIANO I QUADRI 2016 – Bindella (è troppo tempo che non lo degusto)
VINO NOBILE DI MONTEPULCIANO RISERVA 2015 – Carpineto (non lo conosco)

Pasquale Pace

Il Gourmet Errante, è ciò che faccio da sempre per passione. Ho avuto l'opportunità di degustare tanti vini e prodotti e di passare bellissimi momenti di confronto, discussione e allegria con produttori e artigiani di tutta Italia. Ho vissuto l’evoluzione di molte aziende e nel corso degli anni la curiosità, la ricerca e le scoperte mi hanno portato a disegnare una mappa di emozioni, fatta di persone e storie, che ho sempre cercato di comunicare e promuovere.
Pasquale Pace
Share.

Leave A Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi