Guida Vitae 2021 a cura dell’Associazione Italiana Sommelier, i vini premiati per la Valle d’Aosta e la Liguria con un mio piccolo commento vino per vino

0

Associazione Italiana Sommelier
Presentazione Guida Vitae 2021
I vini premiati per la Valle d
Aosta e la Liguria     
Sabato 28 novembre 2020
In diretta streaming dalle 11,00 alle 13,00

www.aisitalia.it
www.ilgourmeterrante.it
www.codivin.com
www.cantinaconforme.it
www.vinointorno.it

Mentre scrivo ripenso alle splendide giornate di Milano degli anni passati e alle due bellissime giornate di Roma dell’anno scorso alla Nuvola di Fuskas.
Sono state le giornate in cui si presentava la guida dell’Associazione Italiana Sommelier, dove c’era la premiazioni delle 4 Viti e poi la fantastica degustazione.
Quest’anno non ci sarà nulla di tutto questo.
Ci sarà una presentazione virtuale per la presentazione della Guida Vitae 2021, sabato 28 novembre 2020. Dalle 11 alle 13 l’Associazione Italiana Sommelier annuncerà i nomi dei ventidue produttori, uno per regione, insigniti del prestigioso Tastevin AIS tutto in diretta streaming.
Queste sono le cifre della nuova guida: Sono 2014 le aziende recensite nell’edizione cartacea di Vitae 2021. 694 vini hanno ricevuto le quattro Viti, il massimo punteggio. 169 quelli premiati per avere espresso un esemplare rapporto qualità – prezzo di vendita, mentre 114 vini possono fregiarsi della freccia di Cupido, il simbolo che identifica gli assaggi capaci di emozionare fin dal primo sorso.”

Io commenterò i vini uno per uno di ogni regione, con molto dispiacere perché mi mancherà tantissimo la degustazione. Continuo con la Valle d’Aosta e la Liguria.

Valle d’Aosta:

SOPRAQUOTA 900 2019 – Rosset Terroir (ne capirete sicuramente più di me. Ma se lo hanno premiato tutti… va bene così)
VALLE D’AOSTA CHARDONNAY MAIN ET CŒUR 2018 – Maison Anselmet (tutto di loro mi piace)
VALLE D’AOSTA FUMIN 2019 – Château Feuillet (non lo conosco)
VALLE D’AOSTA PETITE ARVINE 2019 – Ottin (vino entusiasmante)
VALLE D’AOSTA PINOT GRIS 2019 – Lo Triolet ( da sempre dico il Pinot Grigio che preferisco in Italia)

Liguria:

CINQUE TERRE COSTA DE SÈRA 2019 – Cooperativa Agricoltura Cinque Terre (dopo aver visitato la cantina, felice di leggerlo qui. Premio meritato)
CINQUE TERRE SCIACCHETRÀ RISERVA 2016 – A Scià (un ottimo Sciacchetrà)
COLLI DI LUNI VERMENTINO VILLA LINDA 2019 – La Pietra del Focolare (qui si lavora bene assai, non vedo l’ora di andarli a trovare)
ORMEASCO DI PORNASSIO SUPERIORE 2018 – Cascina Nirasca (non lo conosco)
ÒUA2 2018 – La Ricolla (lui è da studiare)
RIVIERA LIGURE DI PONENTE PIGATO GRAND-PÈRE 2018 – Bio Vio (tra i vini bianchi italiani più buoni in circolazione)
RIVIERA LIGURE DI PONENTE PIGATO U BACCAN 2018 – Bruna (uno dei miei bianchi italiani preferiti, vino del cuore)
ROSSESE DI DOLCEACQUA BARBAPEPIN 2018 – Poggi dell’Elmo (non lo conosco)
ROSSESE DI DOLCEACQUA CURLI 2017 – Maccario Dringenberg (Curli 2017 qui. Curli 2018 in un’altra guida.  Luvaira 2018 tra i miei preferiti in una degustazione di un’altra guida. Penso proprio che stiamo, sempre più, a una produttrice bravissima)

Pasquale Pace
Share.

Leave A Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi