I vini d’Italia 2018 per l’Espresso, i 100 vini da conservare

0

I Vini d’Italia dell’Espresso
La Guida de l’Espresso “I Vini d’Italia 2018”
Guida in edicola e in libreria dal 13 ottobre a 18 euro.
E in versione digitale in app disponibile per iPhone, iPad e dispositivi Android a 7,99 euro.
www.espresso.repubblica.it

A due giorni dalla presentazione, alla premiazione e alla degustazione di Firenze, nella stazione Leopolda, della guida dei “Vini d’Italia 2018” dell’Espresso,  eccomi a pubblicare i 400 quest’anno, non più 300, vini scelti dalla guida dell’Espresso divisi in quattro categorie ben distinte, debbo dire grazie a Maurizio Valeriani che a mezzo del sito “vino da bere” mi ha anticipato delle cose. Peccato che solo oggi possa scrivere e pubblicare i 400 vini… ecco i vini da conservare.

Mamma mia che elenco, li comprerei tutti… o quasi. Vi dico i miei sette che berrei oggi, domani, dopodomani e chissà per quanto ancora. Li terrò in mente tutti, per ricordarmi quando questi vini li vedrò nelle liste dei ristoranti o nelle enoteche.
Ecco i miei sette preferiti: sarò di parte ma leggere un Cesanese di Olevano Romano mi riempie di gioia, il vino è il Cesanese di Olevano Romano Cirsium 2013 di Damiano Ciolli e Letizia Rocchi.
Adesso sono in difficoltà me ne sono rimasti sei soli e mi è difficile… vado: Barolo Cerretta 2013 di Germano Ettore, ormai Sergio Germano e Elena Bonelli non sbagliano più nulla, sono poche le aziende con un livello qualitativo così alto per l’intera gamma… con piacere dico che l’azienda Germano Ettore sarà la mia azienda 2017 per il nord d’Italia.
Avanti il prossimo: Taurasi 2008 di Perillo, ormai lui è una realtà grande per il Taurasi, una realtà e un futuro per i suoi vini, ogni volta che capita di degustare qualche annata vecchia si resta sbigottiti da tanta bontà.
Siamo al quarto: Trento Spumante Brut Riserva del Fondatore Giulio Ferrari 2006 di Ferrari Spumanti, ogni volta che lo leggo in una lista di vini nei ristoranti, mi viene voglia di ordinarlo, uno spumante da tutto pasto che accompagna, la goduria e la compagnia di un tavolo.
Il quinto… sono in difficoltà, sono davvero tanti,  Fiano di Avellino Vigna della Congregazione 2016 di Villa Diamante, non ci posso far nulla, adoro il Fiano, adoro in maniera assoluta il Vigna della Congregazione, questo 2016 è tanta “roba” ottima, aspettarlo ancora un po’ per godere di un grandissimo bianco italiano.
Il sesto: Es 2015 di Fino Gianfranco e Simona Natale, ogni anno dico a loro: è il più grande Es che avete prodotto. Passano i giorni, passano i mesi, passano gli anni e mi accorgo che ogni Es, ogni annata di lui, ogni attimo della mia vita in cui ho avuto la possibilità di bere questo vino, è un attimo indimenticabile.
Il settimo: Habemus Etichetta Rossa 2014 di San Giovenale, ancora un vino della mia regione, un vino 100% Cabernet Franc, un vitigno che mi piace tantissimo, conosco questa azienda dal primo giorno che è nata, dell’annata 2012 ricordo una barrique di Cabernet Franc che mi volevo portare a casa… dissi a Emanuele Pangrazi quando deciderai di mettere in commercio il Cabernet Franc in purezza non aver paura a metterlo a un prezzo elevato, la prima annata è sparita, a un prezzo giustissimo, non mi ha dato retta lo ha venduto a un po’ di meno di quello che avevo detto io, ma nel venderlo ha provato tanto apprezzamento e lui è felice di questo e va bene così.
Eiiii hai detto solo sette, lo so la voglia di elencarne altri c’è tutta, è davvero una grande e ottima lista.

Ecco i 100 vini da conservare:

1  Barolo Cerretta 2013 – Germano Ettore
2  Alto Adige Terlano Rarità 1991 – Produttori Terlano
3  Barbaresco Asili Vecchie Viti 2012 – I Paglieri – Roagna
4  Barolo Monprivato in Castiglione Falletto 2012 – Mascarello Giuseppe e Figlio
5  Brunello di Montalcino 2012 – Fuligni
6  Amarone della Valpolicella Vigneto di Monte Lodoletta 2011 – Dal Forno Romano
7  Barbaresco Asili 2014 – Ceretto
8  Taurasi 2008 – Perillo
9  Toscana IGT Oreno 2015 – Tenuta Sette Ponti
10 Brunello di Montalcino Riserva 2011 – Stella di Campalto – San Giuseppe
11 Cannonau di Sardegna Riserva 2014 – Orgosa
12 Fiano di Avellino 2014 – Guido Marsella
13 Franciacorta Dosage Zéro Vintage Collection 2008 – Ca’ del Bosco
14 Franciacorta Extra Brut Riserva Vittorio Moretti Raccolta Creatori 2008 – Bellavista
15 Brunello di Montalcino Vigna Loreto 2012 – Mastrojanni
16 Barbaresco Sorì San Lorenzo 2014 – Gaja
17 Montepulciano d’Abruzzo Riserva Dante Marramiero 2007-  Marramiero
18 Boca 2012 – Le Piane
19 Trebbiano d’Abruzzo 2013 – Valentini
20 Alto Adige Gewürztraminer Exilissi 2013 – Baron Di Pauli
21 Vernaccia di Oristano 2010 – Famiglia Orro
22 Brunello di Montalcino Riserva Lupi e Sirene 2011 – Podere Le Ripi
23 Chianti Classico Riserva 2013 – Vecchie Terre di Montefili
24 Amarone della Valpolicella Classico Riserva La Mattonara 2006 – Zymè
25 Trento Spumante Brut Riserva del Fondatore Giulio Ferrari 2006 – Ferrari
26 Provincia di Pavia IGT Barbacarlo 2015 – Lino Maga
27 Toscana IGT Percarlo 2013 – Fattoria San Giusto a Rentennano
28 Derthona Timorasso Costa del Vento 2015 – Vigneti Massa
29 Verdicchio di Matelica Riserva Mirum 2015 – Fattoria La Monacesca
30 Etna Rosso Nerello Cappuccio 2015 – Benanti
31 Montepulciano d’Abruzzo Riserva Villa Gemma 2012 – Masciarelli
32 Toscana IGT Il Caberlot 2014 – Podere Il Carnasciale
33 Fiano di Avellino Vigna della Congregazione 2016 – Villa Diamante
34 Barbaresco Roncaglie 2014 – Socré
35 Amarone della Valpolicella Campo Leon 2012 – Ilatium
36 Es 2015 – Fino Gianfranco
37 Barolo Riserva 2010 – Cascina Boschetti
38 Bolgheri Rosso Le Serre Nuove 2015 – Tenuta dell’Ornellaia
39 Barolo Vigna Rionda 2010 – Oddero Luigi & Figli
40 Toscana IGT Lupicaia 2013 – Castello del Terriccio
41  Gambellara Recioto Classico Il Giangio 2015 – Zonin 1821
42 Forlì IGT Ronco del Re 2010 – Castelluccio
43 Alto Adige Sauvignon Voglar 2015 – Peter Dipoli
44 Barolo Castelletto 2013 – Fortemasso
45 Carema Etichetta Nera 2013 – Ferrando
46 La Ribalta 2013 – Pantaleone
47  Marsala Superiore Riserva 10 anni – De Bartoli Marco
48 Cannonau di Sardegna Barrosu 2015 – Montisci Giovanni
49 Valtellina Superiore Sassella Riserva Rocce Rosse 2007 – Arpepe Arturo Pelizzatti Perego
50 Taurasi Riserva Radici 2011 – Mastroberardino
51 Alto Adige Terlano Chardonnay Sophie 2015 – Graf Enzenberg Manincor
52 Barbaresco Gallina 2014 – Lequio Ugo
53 Recioto di Soave La Perlara 2014 – Ca’ Rugate
54 Aglianico del Vulture Riserva Caselle 2012 – D’Angelo
55 Sfursat o Sforzato di Valtellina 5 Stelle 2015 – Negri Nino
56 Carignano del Sulcis Superiore Terre Brune 2013 – Cantina di Santadi
57 Habemus Etichetta Rossa 2014 – San Giovenale
58 Greco di Tufo Vigna Breccia 2016 – Montesole
59 Etna Rosso 2015 – Graci
60 Alto Adige Pinot Nero Riserva Vigna Ganger Mazon 2014 – Girlan
61 Cesanese di Olevano Romano Cirsium 2013 – Ciolli
62 Gattinara Vigna Molsino 2012 – Nervi
63 Forlì IGT Le Campore 2013 – Il Pratello
64 Alto Adige Gewürztraminer Vendemmia Tardiva Terminum 2014 Tramin – Produttori Termeno
65 Brunello di Montalcino Piaggione 2012 – Podere Salicutti
66 Alto Adige Pinot Nero Riserva Burgum Novum 2014 – Castelfeder
67 Etna Bianco Santo Spirito 2015 – Tenuta delle Terre Nere
68 Amarone della Valpolicella Classico Stropa 2009 – Monte dall’Ora
69 Abruzzo Pecorino Superiore 2016 – D’Alesio Tenuta del Professore
70 Albana di Romagna Passito 2015 – Fattoria del Monticino Rosso
71 Chianti Classico Riserva Il Poggio 2012 – Castello di Monsanto
72 Etna Bianco Archineri 2016 – Pietradolce
73 Offida Grifola 2013 – Poderi San Lazzaro
74 Alto Adige Lagrein Mirell 2014 – Plattner Christian – Waldgries
75  Breganze Torcolato Riserva San Biagio 2014 – Villa Angarano
76 Franciacorta Dosaggio Zero Gualberto 2008 – Ricci Curbastro
77 Alto Adige Pinot Bianco Sirmian 2016 – Nals Margreid
78 Alto Adige Reitl Weiss 2016 – Unterhofer Thomas
79 Cilento Fiano Pietraincatenata 2015 – Maffini Luigi
80 Montefalco Sagrantino 2013 – Bocale
81 Cerasuolo di Vittoria 2015 – Judeka Società Agricola
82 Soave Classico Ca’ Visco 2016 – Coffele
83 Contea di Sclafani Rosso del Conte 2013 – Tasca d’Almerita
84 Gavi Bruno Broglia 2015 – Broglia Gian Piero – Tenuta La Meirana
85 Veronese IGT Secco Bertani 2014 – Bertani Cav. G.B.
86 Taurasi Fren 2013 – Stefania Barbot
87 Alto Adige Spumante Brut Riserva Comitissa Metodo Classico Talento 2012 – Martini Lorenz
88 Perda Pintà sulle Bucce 2013 – Cantina Giuseppe Sedilesu
89 Montefalco Sagrantino Etnico 2013 – Di Filippo
90 Rosso È Iss 2014 – Tenuta San Francesco
91 Orvieto Campo del Guardiano 2015 – Palazzone
92 Mandrolisai Kent’Annos 2013 – Cantina del Mandrolisai
93 Cerasuolo di Vittoria Classico 2014 – Cos
94 Falerno del Massico Rosso Etichetta Bronzo 2013- Masseria Felicia
95 Primitivo di Manduria 2013 – Attanasio
96 Trebbiano Spoletino 2015 – Romanelli
97 Colli Euganei Fior d’Arancio Passito Donna Daria 2015 Emo Capodilista – La Montecchia
98 Roero Mombeltramo 2013 – Azienda Agricola Malvirà dei Fratelli Damonte
99 Erbaluce di Caluso Le Chiusure 2016 – Azienda Agricola Benito Favaro
100 Montecucco Sangiovese Riserva Poggio Lombrone 2013 – Colle Massari

Vini d'Italia

I vini d’Italia 2018 per l’espresso.

Pasquale Pace

Pasquale Pace

Il Gourmet Errante, è ciò che faccio da sempre per passione. Ho avuto l'opportunità di degustare tanti vini e prodotti e di passare bellissimi momenti di confronto, discussione e allegria con produttori e artigiani di tutta Italia. Ho vissuto l’evoluzione di molte aziende e nel corso degli anni la curiosità, la ricerca e le scoperte mi hanno portato a disegnare una mappa di emozioni, fatta di persone e storie, che ho sempre cercato di comunicare e promuovere.
Pasquale Pace
Share.

Leave A Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi