I vini d’Italia 2018 per l’Espresso, i 100 vini da bere subito

0

I Vini d’Italia dell’Espresso
La Guida de l’Espresso “I Vini d’Italia 2018”
Guida in edicola e in libreria dal 13 ottobre a 18 euro.
E in versione digitale in app disponibile per iPhone, iPad e dispositivi Android a 7,99 euro.
www.espresso.repubblica.it

A un giorno dalla presentazione, alla premiazione e alla degustazione di Firenze, nella stazione Leopolda, della guida dei “Vini d’Italia 2018” dell’Espresso,  eccomi a pubblicare i 400 quest’anno, non più 300, vini scelti dalla guida dell’Espresso divisi in quattro categorie ben distinte, debbo dire grazie a Maurizio Valeriani che a mezzo del sito “vino da bere” mi ha anticipato delle cose. Peccato che solo oggi possa scrivere e pubblicare i 400 vini… ecco i 100 vini da bere subito.
Anche di questi ne scelgo sette, però penso che tanti di questi li berrei subito, ma li conserverai anche, perché sono davvero dei gran buoni vivi e questo è un bell’elenco davvero. I sette li scelgo di quelli che mi porterei oggi a pranzo o stasera a cena.
Il primo è:
Isonzo del Friuli Rive Alte Piere Sauvignon 2015 di Vie di Romans, un grande classico delle mie bevute di qualche anno fa, ne dovrei avere ancora qualche bottiglia vecchia, negli ultimi due anni lo ritrovo a quegli ottimi livelli di una volta.
Il secondo: non può mancare uno spumante e questo è uno dei miei spumanti preferiti, lui è Alto Adige Spumante Riserva Hausmannhof Brut 2007 di Haderburg, ha i suoi giusti costi, ma è davvero a livelli ottimi, era ottimo il 2006 e lo è anche questo, sono d’accordo con voi di berlo subito, ma una bottiglia la lascerei per vedere nel tempo… chissà che non mi sorprenda come il Pas Dosè della stessa azienda della stessa annata bevuto qualche mese fa durante la mia visita da loro.
Andiamo avanti con il terzo: Verdicchio di Matelica Vigneto Fogliano 2015 di Bisci, di loro è bello e buono bere annate vecchie, ma questo verdicchio è così immediato che davvero il mio dire: bottiglia è “BONA” quando finisce con questo vino ci sta tutto, perché finisce il tempo di dire dammene un altro sorso, ed è già finito.
Il quarto: ci sarebbero altri bianchi che sceglierei ma sono tanti anche i rossi, quindi ecco il primo vino rosso: Rossobordò 2014 di Valter Mattoni, lui è forte, lui è simpatico, lui è eclettico e i suoi vini sono come lui… quindi sono di compagnia, sono divertenti e soprattutto sono buonissimi.
Il quinto è pieno di ricordi… lui è: Alto Adige Lamarein 2014 – Mayr Josephus – Unterganzner, quanto ne ho comprato, quanto ne ho bevuto, ogni anno con la sua etichetta diversa, sempre una più bella dell’altra, ogni anno a ricordare settimane bianche, il 2014 rispecchia l’annata ed è piacevolissimo da subito, poi chissà come diventerà, ma ho esperienza di questo vino, aperto a 10 anni dall’uscita, è ricordo di bevute fantastiche.
Il sesto è: Tarantino Rosso IGT Primitivo Old Vines 2014 di Morella, con i loro due rossi importanti mi viene sempre da dire è migliore l’Old Vines o la Signora… ebbene si quest’anno non ho avuto dubbi, mi piace davvero tanto di più l’Old Vines… poi nel tempo vedremo se tornerà fuori bene la Signora, quella che io di solito preferisco tra i due campioni di bontà.
Il settimo: Piemonte Moscato d’Autunno 2016 – Saracco Paolo, un vino dolce ci sta bene a fine pasto e per me con un dolce non c’è cosa migliore di un Moscato Piemontese, questo è un simbolo del Moscato, ma ce ne sono altri che fanno la loro ottima figura. Torta, paste, creme… chiamano un moscato piemontese.
Ce ne sarebbero altri da aggiungere… e domani alcuni di questi, con piacere li berrò a Firenze durante la degustazione.

I 100 vini da bere subito:

1   Trento Spumante Perlé Bianco Riserva Brut 2007 – Ferrari
2   Cinabro 2013 – Le Caniette
3   Bolgheri Sassicaia 2014 – San Guido
4   Rosso di Montalcino 2015 – Corte dei Venti
5   Pecorino Giulia 2016 – Cataldi Madonna
6   Brunello di Montalcino 2012 – Terre Nere Campigli Vallone
7   Franciacorta Satèn 2013 – Barone Pizzini
8   Trebbiano d’Abruzzo 2015 – Pepe Emidio
9   Chianti Classico 2013 – Castell’in Villa
10 Greco di Tufo Vigna Cicogna 2016 – Ferrara Benito
11 La Bora di Kante 2011 – Kante
12 Isonzo del Friuli Rive Alte Piere Sauvignon 2015 – Vie di Romans
13 Barolo Pira 2012 – I Paglieri – Roagna
14 Barbera d’Alba Cerretta 2015 – Conterno Giacomo
15 Bolgheri Ornellaia 2014 – Tenuta dell’Ornellaia
16 Venezia Giulia IGT Malvasia 2014 – Skerlj
17 Soave Classico Calvarino 2015 – Pieropan Leonildo
18 Valle d’Aosta Blanc de Morgex et de La Salle 2016 – Pavese Ermes
19 Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Riserva Tardivo ma non Tardo 2015 – Santa Barbara
20 Alto Adige Feldmarschall 2015 – Tiefenbrunner
21 Fiano di Avellino Ciro 906 2013 – Picariello Ciro
22 Ruinas 2016 – Depperu
23 Colli Orientali del Friuli Schioppettino di Prepotto 2014 – Petrussa
24 Toscana IGT Riecine di Riecine 2013 – Riecine
25 Alto Adige Spumante Riserva Hausmannhof Brut 2007 – Haderburg
26 Toscana IGT Le Pergole Torte 2014 – Montevertine
27  Franciacorta Brut Riserva Cru Perdu 2008 – Castello Bonomi
28 Taurasi Nero Né 2012 – Il Cancelliere
29Montepulciano d’Abruzzo Colline Teramane Yang 2015 – Fratelli Barba
30 Vermentino di Gallura Superiore Taerra 2016 – Cantina Tani
31 Alto Adige Valle Venosta Riesling Weingarten Windbichel 2015 Unterortl – Castel Juval
32 Rossobordò 2014 – Valter Mattoni
33 Barolo Ornato 2013 – Palladino
34 Alto Adige Valle Isarco Pinot Grigio 2016 – Pacherhof
35 Collio Friulano Brazan 2015 – I Clivi
36 Barolo Castellero 2013 – Barale Fratelli
37 Isonzo del Friuli Rive Alte Ciampagnis Vieris Chardonnay 2015 Vie di Romans
38 Alto Adige Valle Isarco Riesling 2015 – Kofererhof
39 Aglianico del Taburno Rosato Le Mongolfiere a San Bruno 2015 – Fattoria La Rivolta
40 Alto Adige Valle Venosta Riesling Gletscherschliff 2016 Unterortl – Castel Juval
41 Alto Adige Lamarein 2014 – Mayr Josephus – Unterganzner
42 Rosso Piceno Superiore Paja 2015 – Irene Cameli
43 Verdicchio dei Castelli di Jesi Brut Metodo Classico Riserva Ubaldo Rosi 2010 – Colonnara
44 Nebbiolo d’Alba Valmaggiore 2015 – Sandrone Luciano
45 Piemonte Moscato d’Autunno 2016 – Saracco Paolo
46 Franciacorta Extra Brut 2011 – Ferghettina
47 Alto Adige Valle Venosta Pinot Bianco 2015 Pratzner Franz – Falkenstein
48 Alta Langa Metodo Classico 120 mesi 2006 – F.lli Gancia & C. SpA
49 Vino Nobile di Montepulciano 2014 – Avignonesi
50 Cerasuolo d’Abruzzo Superiore Spelt 2016 – Fattoria La Valentina
51 Vernaccia di San Gimignano Riserva Vigna ai Sassi 2014 Tenuta Le Calcinaie – Simone Santini
52 Rosso di Montepulciano 2015 – Poderi Sanguineto I e II
53 Barbaresco Froi 2014 – Massimo Rivetti
54 Isonzo del Friuli Pinot Grigio Sot Lis Rivis Rive Alte 2015 – Ronco del Gelso
55 Cortona Syrah 2014 – Amerighi Stefano
56 Verdicchio di Matelica Ergon 2015 – Borgo Paglianetto
57 Barolo Riserva Fossati 2011 – Dosio Vigneti
58 Colli Orientali del Friuli Friulano Vigneto Storico 2016 – Gigante Adriano
59 Carignano del Sulcis Riserva Is Solinas 2014 – Argiolas
60 Cannonau di Sardegna Perdas Longas 2016 – Cadinu Francesco
61 Valdarno di Sopra Torrione 2014 – Tenuta di Petrolo
62 Aglianico del Vulture Fontanelle 2013 – Basilisco
63 Carmignano Riserva Elzana 2013 – Ambra
64 Colli Piacentini Vin Santo di Vigoleno Vernasca 2006 – Lusignani Alberto
65 Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Superiore Cipriani 2015 – Tenuta San Marcello
66 Kai 2013 – Paraschos
67 Salento Negroamaro Passito IGT Mater Terra Passito 2007 – Apollonio
68 Chianti Classico Riserva 2014 – Val delle Corti
69 Montepulciano d’Abruzzo Rosso 2013 – I Fauri
70 Collio Ribolla Gialla 2011 – La Castellada
71 Valle d’Aosta Petite Arvine 2015 – La Source
72 Ferentano 2016 – Famiglia Cotarella
73 Greco di Tufo Cutizzi 2016 – Feudi di San Gregorio
74 Valpolicella Classico Superiore Camporenzo 2014 – Monte dall’Ora
75 Fiano di Avellino Aipierti 2016 Azienda Agricola Traerte – Vadiaperti
76 Sicilia Grillo Adènzia 2016 – Baglio del Cristo di Campobello
77 Valle d’Aosta Fumin Vigne Rovettaz 2013 – Grosjean Fratelli
78 Isonzo del Friuli Malvasia Rive Alte 2015 – Borgo San Daniele
79 Bolgheri Campo al Fico 2014 – I Luoghi
80 Barbera d’Asti Insynthesis 2009 – Viticoltori Associati di Vinchio & Vaglio Serra
81 Recioto di Soave Acinatium 2012 – Suavia
82 Salento Rosato IGP Five Roses Anniversario 2016 – Leone de Castris
83 Venezia Giulia IGT Teran 2015 – Zidarich
84 Albana di Romagna Vitalba 2016 – Tre Monti
85 Tarantino Rosso IGT Primitivo Old Vines 2014 – Morella
86 Carignano del Sulcis Riserva Gavino 2014 – Mesa
87 Copertino Rosso Riserva Settantacinque 2008 – Cupertinum
88 Mandrolisai Rosso Pareda 2014 – Meana
89 Gambellara Classico Vin Santo Monte di Mezzo 2013 – Marchetto
90 Costa d’Amalfi Tramonti Rosso Cardamone 2015 – Reale
91 Montefalco Rosso Riserva 2014 – Antano Milziade
92 Fiano di Avellino Brancato 2015 – Tenuta Cavalier Pepe
93 Molise Tintilia Settevigne 2014 – Cipressi
94 Fiano Particella 928 2015 – Cantina del Barone
95 Alghero Torbato Centogemme 2016 – Poderi Parpinello
96 Cesanese del Piglio L’Onda 2015 – Maria Ernesta Berucci
97 Torgiano Rosso Riserva Rubesco Vigna Monticchio 2012 – Lungarotti
98 Valpolicella Ripasso Superiore Campi Magri 2014 – Corte Sant’Alda
99 Conegliano Valdobbiadene Prosecco Brut Biologico 2015 – Biancavigna
100 Verdicchio di Matelica Vigneto Fogliano 2015 – Bisci

Pasquale Pace

Pasquale Pace

Il Gourmet Errante, è ciò che faccio da sempre per passione. Ho avuto l'opportunità di degustare tanti vini e prodotti e di passare bellissimi momenti di confronto, discussione e allegria con produttori e artigiani di tutta Italia. Ho vissuto l’evoluzione di molte aziende e nel corso degli anni la curiosità, la ricerca e le scoperte mi hanno portato a disegnare una mappa di emozioni, fatta di persone e storie, che ho sempre cercato di comunicare e promuovere.
Pasquale Pace
Share.

Leave A Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi