Tre Bicchieri 2018 per la Sicilia del Gambero Rosso

0

Tre Bicchieri Sicilia
Gambero Rosso 2018
Via Ottavio Gasparri, 13/17
Roma
www.gamberorosso.it

Inizia il conto alla rovescia, inizia l’elenco regione per regione dei vini premiati con i Tre Bicchieri 2018 dal Gambero Rosso.

“Con ben 22 vini premiati la Sicilia del vino si conferma come una delle regioni trainanti del nostro paese. Una regione mai come adesso in forma smagliante, capace di offrirci un panorama variegato e affascinante. Una regione in grado di confrontarsi, a testa alta, con i terroir più prestigiosi del mondo. Si tratta di vini tecnicamente ben realizzati, frutto di scelte agronomiche fatte anni fa con lungimiranza, che oggi premiano soprattutto i vini da vitigni autoctoni, e che testimoniano l’alto tasso tecnico raggiunto dagli enologi che operano nella regione, accanto agli imprenditori del vino artefici di questo successo.

Un altro aspetto che ci preme sottolineare è il successo crescente dei vini prodotti dalle strutture cooperative, che nella regione sembrano aver imboccato una strada nuova, fatta di attenzione tecnica, che le sta portando a meritati successi di critica e, più in generale, a ottime performance sul mercato interno e su quelli internazionali. È merito, in questo caso, di management sempre più professionali, composti da tecnici e responsabili commerciali sempre più preparati e… agguerriti. I loro vini stanno riscuotendo successi crescenti e riverberano un reddito importante su migliaia di famiglie che dipendono dalla terra. Questo, sia ben chiaro, senza nulla levare alle famiglie del vino, alle piccole e medie aziende che sono state le artefici della rinascita del vino siciliano negli ultimi due decenni, e che procedono spedite per la loro strada.

A nostro avviso non è estraneo al successo dell’enologia siciliana l’entusiasmo con cui i produttori hanno abbracciato la Doc Sicilia, che veleggia allegramente verso i 30 milioni di bottiglie alla fine del 2017 (erano meno di mezzo milione nel 2012!). Il sistema vinicolo regionale vi ricorre ormai in maniera massiccia, rafforzando l’immagine dei prodotti e contribuendo a fare del nome dell’isola un vero e proprio brand internazionale.

Guardando più da vicino si noterà il consolidamento del fenomeno Etna, che vede quest’anno ben 9 etichette premiate, tra Etna Doc, Sicilia Doc e Igt, a conferma del valore di questo straordinario territorio. Segnaliamo, infine, i “debuttanti” nel salotto buono dell’enologia italiana: sono la Alessandro di Camporeale, bellissima realtà familiare che ci ha dato un eccellente Catarratto Vigna di Mandranova ’16, la etnea Tornatore con un delizioso Etna Rosso ’15 e infine la cantina di Nino Caravaglio, che propone uno straordinario Malvasia delle Lipari Passito ’16″. 


I vini della Sicilia premiati con Tre Bicchieri:

Astolfo  2015 – Assuli  

Cerasuolo di Vittoria Giambattista Valli Paris 2015 – Feudi del Pisciotto    

Contrada Sciaranuova 2015 – Passopisciaro

Etna Bianco 2016 – Planeta 

Etna Bianco Alta Mora 2016 – Cusumano

Etna Bianco Fondo Filara ’16 – Cantine Nicosia

Etna Rosso 2015 – Tornatore

Etna Rosso ‘A Rina 2015 – Girolamo Russo 

Etna Rosso V. Barbagalli 2014 – Pietradolce 

Etna Rosso Zottorinoto Ris. 2013 – Cottanera 

Faro 2015 – Le Casematte 

Malvasia delle Lipari Passito 2016 – Caravaglio

Mandrarossa Cavadiserpe 2016 – Cantine Settesoli

Passito di Pantelleria Ben Ryé 2015 – Donnafugata 

Quater Vitis Rosso 2014 – Firriato

Rosso del Soprano 2015 – Palari

Shymer 2014 – Baglio di Pianetto 

Sicilia Bianco Maggiore 2016 – Rallo

Sicilia Catarratto V. di Mandranova 2016 – Alessandro di Camporeale 

Sicilia Nerello Mascalese Tascante 2014 – Tasca d’Almerita 

Sicilia Saia 2015 – Feudo Maccari

Sicilia Syrah 2015 – Feudo Principi di Butera 

Si inizia con la Sicilia, questa regione aumenta ancora di un vino, si passa dai 21 dell’anno scorso ai 22 di quest’anno. Leggo qualche novità e con curiosità andrò a degustare… poi, i soliti noti. Ma poi leggendo bene vedo che per il secondo anno mancano I Graci, non c’è nemmeno un vino di Tenuta delle Terre Nere, non vedo Arianna Occhipinti, non vedo Tenuta di Fessina e nemmeno Marabino, vini che sentiremo in altre occasioni. Complimenti a tutti i premiati… ma anche no, in particolare a uno che gioca a pallone. 

Pasquale Pace

Il Gourmet Errante, è ciò che faccio da sempre per passione. Ho avuto l'opportunità di degustare tanti vini e prodotti e di passare bellissimi momenti di confronto, discussione e allegria con produttori e artigiani di tutta Italia. Ho vissuto l’evoluzione di molte aziende e nel corso degli anni la curiosità, la ricerca e le scoperte mi hanno portato a disegnare una mappa di emozioni, fatta di persone e storie, che ho sempre cercato di comunicare e promuovere.
Pasquale Pace
Share.

Leave A Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi