Ristorante Armando al Pantheon, un grande ristorante, un ristorante in cui sto bene assai

0

Armando al Pantheon Trattoria
Salita de’ Crescenzi, 31
00186 ROMA
Tel. 0668803034
www.armandoalpantheon.it

Riparto dal mio scritto del Dicembre 2016 che dichiarava il pranzo del 23 settembre 2016  il mio pranzo dell’anno per il 2016, era il pranzo da Armando al Pantheon . Quel giorno ero ospite di una carissima e bellissima amica, lei era a Roma insieme a sua madre, voleva mangiare cucina romana, quindi come non portarla da Armando, come non portarla qui che oltre a mangiar bene si sta di classe. Questa che vi sto raccontando oggi è una cena, una cena con Luca Morando, detto Luca Luca, dell’azienda agricola Icardi e dell’azienda Cascina San Lazzaro. Questa volta non era un pranzo era una cena, questa è stata una grande cena. Durante questa cena  Claudio Gargioli non c’era, ma tornerà presto, perché ci manca tanto, nonostante lui non c’era, qui non si è sbagliato nulla. Mi ricollego ai miei perché, per raccontarvi il tutto della cena.

Ma perché uno dovrebbe andare da Armando al Pantheon?

Perché trovi aria de casa. L’aria di casa, di amicizia vera, c’era in cucina, anche se oggi mancava Claudio, suo fratello Fabrizio non ne ha fatta sentire la sua mancanza, perché c’è in sala, grazie a Fabiana Gargioli e a tutto lo staff di Armando al Pantheon, staff che ti coccola con professionalità, sorrisi e tanta gentilezza.
Perché so persone a cui ti viene voglia di volergli bene. Io vi voglio bene, come vi vogliono bene da subito le persone che porto a magna qua con me.
Perché hanno i piatti firmati.
Perché passa alla terza generazione e siccome l’ommini so brutti mo so arrivate quattro figlie belle,  3 sono figlie di Claudio e lavorano qua chi più e chi meno, il tempo scorre però e sono arrivati anche i figli di  Fabrizio, uno è Flavio e stasera stava qua, perché lavora tutte le sere, l’altra figlia di Fabrizio è Giulia e si sta laureando, però due volte a settimana sta qua due sere a settimana, tutti ragazze e ragazzo hanno studiato grazie a quattro grandi genitori.
Perché mentre stai a magna qualcuno bussa con la testa, perché ha inciampato ai sampietrini e casca dentro. Anche oggi diverse persone hanno provato a mangiare qui, ma era tutto pieno.
Perché una vorta dentro non te ne vai, oggi mi è andato di fare il primo turno e alle 21,00 dopo due ore di goduria assoluta mi sono arzato felice come na Pasqua..
Perché una vorta che ci sei entrato ce rincocci. Io ci rincoccio sempre con piacere.
Perché quanno arrivi te dar benvenuto con piatto. Mo che ci ripenso oggi me mancato, ma va bene così perché ho magniato proprio bene.
Perché oggi me so ripreso un piatto che me piace tanto: Aringhe con fagioli verdolini di Viterbo, sti facioli so proprio boni, cipolla rossa e aceto balsamico.
Perché fanno le fettuccine più bone ar monno. Anche oggi ho mangiato il mio grande piatto di fettuccine con le rigaglie di pollo, superbe.
Perché si sta ar centro der monno. Oggi Luca ha potuto appurare questo.

Perché sogno un giorno che pure gli stranieri se magnino la carbonara co la pasta corta, oggi ne hanno fatta una indimenticabile con le mezze maniche e Luca si è fatto la scarpetta fino a pulire il piatto perfettamente… e ci è rimasto colla voglia perché lui consuma, ma magna peddue.
Perché ci stanno due CESANESI der paese mio. Anche oggi è stato bello sentir dire de il Cesanese di Olevano Romano, der Cirsium 2015 di Damiano Ciolli, “very good” diceva lo straniero vicino a me, la bottiglia in due se la so scolata e lei era pure bella e il Cesanese fa anche bellissimi effetti. .
Perché ci stanno i vini che mi piacciono a me, oggi preso Le Piane – Maggiorina 2016, 
dovevo bere da solo e qui da Armando ti aprono tanti vini per un bicchiere, il mio bicchiere è stato riempito da questo vino che mi piace tanto per la sua facile beva, ma allo stesso tempo, questo 2016 ha qualche marcia in più dei suoi predecessori e mi ci piace questa forza in più, mi ha accompagnato con piacere, fino al grande abbacchio finale. 

Perché oggi me so preso la parmigiana, una parmigiana diversa, con la ricotta, una parmigiana che aveva delle melanzane extraterrestri, erano molto buone e la parmigiana lo è stata tantissimo, bella servita in questo padellotto.
Perché la coratella è stupenda.
Perché la coratella è stupenda pure coi carciofi e oggi non me la so magnata, perché il menù è ampio e ti viene la voglia de magnatte tutto… ma non si può.
Perché fa le budella. Oggi le budelline d’agnello me le so scordate e le volevo fa assaggia a Luca.
Perché ai piatti ci fai la scarpetta cor pane de Roscioli.
Perché oggi ho voluto assaggia n’artro piatto e  ho fatto bene: Ravioli all’Armando, quei piatti che si provano a fare a casa e ti pare che hai fatto qualcosa di buono e invece poi vieni e pensi: la pasta l’avrà tirata quella gran donna che fa le fettuccine e magari su indicazioni dei fratelli Gargioli avrà fatto anche il ripieno, i funghi per me erano extraterrestri, il piatto era buonissimo.
Perché le cotolette d’abbacchio so bone.
Perché le cotolette le fanno fritte e a scottadito, oggi sono state “STRABONE” e Fabrizio m’ha portato pure er rognone… che goduria!

Perché fanno l’anatra alle prugne, quella se le mangnata tutta Luca Luca  e da come l’ha divorata gli è piaciuta tanto e ci si è magnato anche un cestino di pane.
Perché quanno ce stanno i funghi lui ce l’ha e se voi te li fa fritti.
Perché nonno Claudio se messo pure a scrive i libri.
Perché ci stanno sette contorni e se vuoi ci poi anna pure pe sta a dieta.
Perché fanno le puntarelle, da magnare colle mani… Luca Luca si è adattato subito e ha gradito molto.
Perché qua tante cose se magnano colle mani.
Perché fa la crostata bona.
Perché fa na torta che se chiama: torta antica Roma… Ancient Rome cake, la torta di Claudio Gargioli , che un po’ antico c’è… ma è un antico immortale, come lo sarà per sempre questo dolce.
Perché cia tre Gamberi del Gambero Rosso. Ciaveva i tre gamberi e non si capisce perché glieli hanno tolti e mo so du vorte che glieli tolgono e non va bene proprio… vorrei sape chi ci viene qua a magna?
Perché ha la chiocciola dello SlowFood.
Perché ne parlano tutti i giornali der monno.
Perché se sta stretti e quando se sta tra amici, stretti se sta bene.
Perché fa la minestra broccoli e arzilla.
Perché a me la minestra de broccoli e arzilla me la fa coi quadrucci.
Perché chi sta a magna sembra amico tuo pure se parla n’artra lingua. Anche oggi si è parlato tedesco, inglese e russo.
Perché quando si scrive di Armando, non valgono le virgole, i punti e i punti e virgola.
Perché quanno esci te senti leggero e te sembra de sta dentro an firm.
Perchè so lupacchiotti, romanisti de più.
Perché sta vicino a Fontana de Trevi.
Perché non vedo l’ora de riannacce.
Perché adoro i locali così che hanno tutto pe fatte sta bene. 

Pasquale Pace

Il Gourmet Errante, è ciò che faccio da sempre per passione. Ho avuto l'opportunità di degustare tanti vini e prodotti e di passare bellissimi momenti di confronto, discussione e allegria con produttori e artigiani di tutta Italia. Ho vissuto l’evoluzione di molte aziende e nel corso degli anni la curiosità, la ricerca e le scoperte mi hanno portato a disegnare una mappa di emozioni, fatta di persone e storie, che ho sempre cercato di comunicare e promuovere.
Pasquale Pace
Share.

Leave A Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi