Il Premio “Ferrari Trento Art of Hospitality” a El Celler de Can Roca

0

The World’s 50 Best Restaurants 2017
Royal Exhibition Center
Melbourne
Australia

Massimo Bottura e la sua Osteria Francescana perdono il primato stabilizzandosi in seconda posizione, per l’Italia altre buone posizioni, il quindicesimo posto per Enrico Crippa del ristorante “Piazza Duomo” ad Alba (Cn), recuperando due postazioni rispetto allo scorso anno; dieci posizioni sopra per il ristorante “Le Calandre” che si piazza al ventinovesimo posto; grande exploit per Niko Romito del ristorante “Reale” che sale dall’ottantaquattresimo posto al quarentatreisimo posto. Qui sotto il premio al ristorante El Cellar de Can Roca da parte dell’azienda Cantine Ferrari.

Per il secondo anno consecutivo le Cantine Ferrari in collaborazione con The World’s 50 Best Restaurants premiano l’Arte dell’Ospitalità.

Il ristorante El Celler de Can Roca è il vincitore della seconda edizione del “Ferrari Trento Art of Hospitality Award”, il premio che le Cantine Ferrari hanno istituito nel 2016 in collaborazione con The World’s 50 Best Restaurants.
Eleven Madison Park, il ristorante newyorkese vincitore dell’edizione 2016 del premio, ha trionfato quest’anno nella classifica del The World’s 50 Best Restaurants, diventando il ristorante numero uno al mondo.
L’influente panel di quasi 1000 chef, esperti e appassionati gastronomi i cui voti determinano la prestigiosa lista, ha deciso che El Celler de Can Roca è nel 2017, oltre che il terzo ristorante migliore al mondo, la realtà che meglio interpreta quella particolare alchimia fra servizio, ambiente e accoglienza, meritando così il premio Ferrari Trento Art of Hospitality Award.
I tre fratelli Roca, lo chef Joan, il sommelier Joseph e il pastry chef Jordi gestiscono questo incredibile ristorante fuori Girona, in Spagna dal 1986 e da anni sono tra i primi 3 classificati ai The World’s 50 Best Restaurants (primi nel 2013 e 2015). Il loro credo è quello di “sedurre” i propri ospiti, regalando un’esperienza in cui cucina e sala arricchiscano una il lavoro dell’altra. La sala per i Fratelli Roca assicura la coesione e rappresenta un universo di connessioni emotive, diventando così “un vino di corpo e generoso, che non invecchia mai, ma si reinventa, magari diventando ancora migliore”.
I fratelli Roca sono stati premiati da Camilla Lunelli, Responsabile Comunicazione delle Cantine Ferrari, durante la serata di proclamazione dei “The World’s 50 Best Restaurants 2017”, il 5 aprile al Royal Exhibition Center di Melbourne.
Un’emozionante vittoria, festeggiata da oltre 900 tra le più influenti personalità del mondo della ristorazione internazionale che hanno brindato con Ferrari Trentodoc a questi fantastici ristoranti.
Il “Ferrari Trento Art of Hospitality Award” 2017 non fa che sancire un nuovo passo nel percorso sul tema dell’ospitalità, iniziato dalle Cantine Ferrari oltre un anno fa con l’obiettivo di valorizzare il ruolo della sala nella ristorazione d’eccellenza. Maître, sommelier e personale di servizio sono infatti le figure in grado di rendere una grande esperienza gastronomica qualcosa di realmente “memorabile”.
La scelta di dedicare un premio a questo elemento tanto intangibile, quanto essenziale nel successo di un ristorante è molto coerente con i valori e lo stile Ferrari. Il brindisi è un simbolo di convivialità e Ferrari rappresenta uno stile di vita improntato al piacere di condividere, dove l’accoglienza è un valore fondamentale nell’esperienza enogastronomica. L’alta ristorazione, inoltre, è da sempre la migliore ambasciatrice del vino di qualità e luogo privilegiato per sperimentare, conoscere e raccontare al meglio i Trentodoc Ferrari.
Nel vino l’eccellenza è frutto di tanti piccoli gesti compiuti con attenzione, passione e cura, dal vigneto alla cantina. Allo stesso modo in un ristorante, l’eccellenza è il risultato di tanti dettagli che vanno oltre il piatto e la cucina. Il “Ferrari Trento Art of Hospitality Award” anche quest’anno ha premiato un ristorante che ha saputo distinguersi per aver esaltato al meglio l’armonia tra sala e cucina, diventando quindi un modello a cui ispirarsi.

Trento, 5 aprile 2017

Gianluca Ciotti
Share.

Leave A Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi