A Ponza con lo “Sceriffo”

0

ponza-2014Il mare mi è sempre piaciuto, andarci in gommone mi è sempre piaciuto, andare a Ponza in gommone è una cosa che adoro. Farlo in compagnia dello “Sceriffo” è addirittura meraviglioso. Ciò che invece non apprezzo affatto è partire tardi. Così per la seconda volta (nell’altra occasione la destinazione era Ventotene) si parte alle 10.00 con lo Sceriffo e i suoi 35 nodi circa (inutile aggiungere che se fosse dipeso da me a quell’ora saremmo già arrivati e con due bagni e due colazioni fatti). La prima sosta è in mare aperto per la classica colazione: mozzarella di bufala e champagne. Dopo aver intravisto grotte e decifrato rocce, la seconda sosta è per un grande bagno in grotta prima di sbarcare a Ponza per il pranzo. L’aperitivo si fa in gommone con uno spumante che ci riporta ad un viaggio bellissimo in Mosella. Lo spumante di WEIL che si è conservato in maniera perfetta (era un 2005) è veramente un’ottima bottiglia. Il pranzo questa volta è a LA SCOGLIERA a Ponza. Non ci si chiama “Mario lo Sceriffo” per caso, ci si chiama così perché si porta ordine e tranquillità ovunque. Lo “Sceriffo” quindi è conosciuto da tutti. Dopo i saluti e le presentazioni si scelgono piatti e i vini in abbinamento e si da inizio alle danze. Alici, polpi, calamari e gamberoni ci sono, pertanto posso ritenermi soddisfatto. Se poi sono cucinati bene, mi sento quasi in paradiso. La compagnia era giusta e quindi un paio di ore in paradiso ci siamo stati davvero. Dopo sigaro e caffè siamo pronti a rientrare. E così affrontiamo con lo sceriffo una corsa pazza in mezzo al mare, tra scherzi, racconti, bevute. Le risate si sprecano ed è davvero bello stare così in libertà con amici in mezzo al mare, con il sole che ti scalda per l’ora del ritorno che è un’ora che vorresti non finisse più. È ancora presto, ma lo Sceriffo torna presto. Spero che il rimpianto e la voglia di restare ancora in mare facciano capire a chi arriva alle dieci che la prossima volta si deve partire con il gommone al massimo alle 8. Comunque sono giornate che si ricorderanno per anni e anni ancora. Lo sceriffo è un personaggio fantastico e va goduto. Le foto forse non riusciranno a trasmettere tutte le emozioni provate, ma io ci provo ugualmente.

Pasquale Pace

Il Gourmet Errante, è ciò che faccio da sempre per passione. Ho avuto l'opportunità di degustare tanti vini e prodotti e di passare bellissimi momenti di confronto, discussione e allegria con produttori e artigiani di tutta Italia. Ho vissuto l’evoluzione di molte aziende e nel corso degli anni la curiosità, la ricerca e le scoperte mi hanno portato a disegnare una mappa di emozioni, fatta di persone e storie, che ho sempre cercato di comunicare e promuovere.
Pasquale Pace
Share.

Leave A Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi