Orvieto Day alla F.I.S.

0

Orvieto Day 3 Dicembre 2014

Formazione Italiana Sommelier

Hotel Cavalieri Hilton

Partecipare ad una degustazione perché invitato dal presidente del Consorzio e dai produttori stessi è un piacere. Ed è stato un piacere aver partecipato alla degustazione dei vini di Orvieto. Nel corso della manifestazione era previsto lo svolgersi di un seminario a cura di Daniele Maestri; conoscete tutti Daniele Maestri? Ma sì, quello della FIS di Roma!!! Tra gli ospiti anche il produttore Enzo Barbi, il signor Giorgio che di Orvieto tutto sa e il sindaco Giuseppe Germani. Il signor Giorgio ha raccontato aneddoti e di uomini famosi passati per Orvieto. Con l’occasione il signor Giorgio ha raccontato diversi aneddoti su uomini famosi passati per Orvieto. Non ho potuto far a meno di ridere alla storia sulla Cappella di San Brizio e dei dipinti di Luca Signorelli che si sarebbe fatto pagare prevalentemente con il vino prodotto a Orvieto. Chissà – fantasticavo – quanto avrà influito questo singolare cachet nella composizione dei capolavori dipinti dal Signorelli: la Venuta dell’Anticristo, la Fine del Mondo, la Resurrezione della Carne e il Giudizio Universale. Io, dal mio canto, ricordavo vagamente la cappella, ma avevo ben presente i volti dei poeti antichi a cui a cui sono dedicati vari ritratti; su quei volti qualcosa di alticcio si nota! Bando alle ciancie,, Orvieto è davvero una bellissima città che rimane comunque nel cuore per il Duomo e i dipinti, anche se qui ero venuto per i vini!!! Ritornando ai vini, accenno brevemente ai sette vini che erano in degustazione. Ripensando alla degustazione, devo dire a malincuore che la media non è tanto alta visto che il punteggio si assesta sugli 82,30!!! Come già immaginavo, i due vini che mi hanno più impressionato sono composti uno 90% Grechetto e l’altro Grechetto e Procanico. Terminato il seminario che è risultato molto interessante, ai banchi di assaggio mi ha impressionato lo spumante di Degugnano dei Barbi, il 1861 di  Cerulli, i vini di Sergio Mottura ed infine, il passito dei Custodi. Una nota forse di dispiacere: poiché il seminario è finito tardi, alcuni vini erano finiti, ma il piacere di stare in mezzo alle persone che conoscevo e che ho rivisto, ha reso questo viaggio dal mio paesello ancora più piacevole. Alla prossima e chissà che come ha detto il sindaco a Orvieto…

 

Pasquale Pace

Il Gourmet Errante, è ciò che faccio da sempre per passione. Ho avuto l'opportunità di degustare tanti vini e prodotti e di passare bellissimi momenti di confronto, discussione e allegria con produttori e artigiani di tutta Italia. Ho vissuto l’evoluzione di molte aziende e nel corso degli anni la curiosità, la ricerca e le scoperte mi hanno portato a disegnare una mappa di emozioni, fatta di persone e storie, che ho sempre cercato di comunicare e promuovere.
Pasquale Pace
Share.

Leave A Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi