I vitigni del Vulcano

0

vitigni-vulcano-2014Se arrivi con due ore di anticipo all’appuntamento con la navetta, devi organizzarti qualcosa. L’appuntamento era a Orvieto dove ci sono una persona e una cantina per cui provi affetto. Lui è Giovanni Dubini e la cantina è Palazzone. Quindi lo chiami e in dieci minuti lui è lì a prenderti per portarti in vigna e in cantina ad assaggiare i suoi vini da botte e da bottiglie ed è la conferma che i suoi vini ti piacciono, in particolare i bianchi. Resto soddisfatto di tutto e riparto per Orvieto Stazione dove mi aspettano per andare a Montefiascone che ci accoglie con un panorama bellissimo sul lago di Bolsena. Nel salire al Palazzo dei Priori già pregusto l’immagine del tramonto. La degustazione tenuta da Giovanni Ponchia e da Alessandro Scorsone, in un salone della Rocca con ben 12 vini provenienti da zone vulcaniche, è molto interessante con tre vini molto buoni, anche se gli altri comunque non sfigurano. Scesi nell’Enoteca Regionale ci aspettano i vini, i prodotti della Tuscia e qualche piatto del Ristorante La Parolina. In un clima piacevole tra persone che si conoscono la serata vola, e resta giusto il tempo per arrivare a Viterbo all’angolo SloowFood dove si trova anche Stefano Callegari con i suoi Trapizzini. Così in una Viterbo festosa termina il primo giorno di Vulcanic Wines.
Il secondo giorno de “I Vitigni del Vulcano” inizia a Pitigliano, nel Teatro Comunale, con vari interventi di geologi e studiosi, alcuni veramente interessanti. Raggiungiamo poi una cantina al centro del paese di proprietà della Cantina Sociale di Pitigliano per il pranzo, che trascorriamo tra una zuppa molto buona, formaggi e salumi e una degustazione di vini della zona di Pitigliano. Continuiamo con la visita ad altre cantine e iniziamo da Sassotondo, dove si fa una bella degustazione e bellissime foto insieme a persone e meteoriti. Proseguiamo con Villa Corano e l’Agriturismo di Antica Cantina Leonardi. Il tempo scorre veloce e resta soltanto il tempo per una doccia in albergo a Orvieto, dove nel Palazzo del Popolo ci aspetta la cena di Gala. È stata una buona cena, accompagnata da vini di Orvieto e dintorni, e anche positiva la partecipazione dei produttori. E dulcis in fundo poiché in questi casi le serate non finiscono mai non ci neghiamo una visita alla Champagneria per poi concludere al Clandestino. E così finisce, sempre tardi il secondo giorno Vulcanic Wines.
l terzo giorno inizia presto, dopo una serata finita tardissimo ad Orvieto. So come iniziare dando energia alla giornata e lo faccio andando da Montanucci in Corso Cavour, uno dei bar che più mi piacciono in Italia. La loro famosa torta al semolino e cioccolata fornisce il giusto carburante per la giornata che mi aspetta. Si ricomincia al Palazzo del Popolo per la degustazione di tutti i vini. Poi si continua con la realizzazione di un sogno, la visita a Castello della Sala di proprietà degli Antinori. Nel pomeriggio ci aspetta Laura Custodiper la visita e la degustazione, quindi un’interessantissima visita guidata al Duomo e ad Orvieto sotterranea. La chiusura della degustazione ci porta fino alle dieci di sera, pronti per finire a Viterbo dove termina lo SloowFood Village. La bellezza fatta da persone e situazione sembra non finire mai e così concludiamo allAgriturismo Casaletto Marco Ceccobelli dove aspettiamo l’alba bevendo e mangiando (come al solito). Così alle 5,40 di lunedì finiscono tre giorni intensi pieni di bontà e grandi piaceri. Spero che le foto e i commenti rendano bene il vissuto di queste tre incredibili lunghe giornate.

I Vitigni del Vulcano
4, 5 e 6 Luglio 2014
Montefiscone – Pitigliano – Orvieto and Viterbo.


If you arrive two hours in advance appointment with the shuttle, something you have to get organized. The appointment was in Orvieto where there is a person for whom you have a cellar and affection. He is Giovanni Dubini and the cellar is Palazzone. So you call in ten minutes and he is there to get you to take in the vineyard and in the winery to taste the wines from barrel and bottles and it is confirmed that the wines you like, especially the whites. Rest satisfied with everything and allotment Orvieto station where I expect to go to Montefiascone that welcomes us with a beautiful view of Lake Bolsena. The climb to the Palazzo dei Priori already a foretaste of the picture of the sunset. The tasting held by Giovanni Ponchia and Alessandro Scorsone it, in a hall of the fortress with 12 wines from volcanic areas, it is very interesting with three very good wines, even if the others are not disfigure. I got the Enoteca Regionale we expect the wines, the products of Tuscia dish and some of the little word restaurant. In a pleasant climate between people who know each evening fly, and stays just long enough to get to the corner SloowFood Viterbo where there is also Stefano Callegari with its trapizzini. So in a festive Viterbo ends on the first day of Vulcanic Wines.
The second day of “The Wines Of The Vulcano” starts in Pitigliano, in the Teatro Comunale, with various measures of geologists and scholars, some really interesting. Then we reach a cellar in the town center owned by the Cantina Sociale di Pitigliano for lunch, we spend between a very good soup, cold meats and cheeses and a wine tasting in the area of Pitigliano. We continue with a visit to other wineries and begin to Sassotondo, where it makes a nice tasting and beautiful pictures with people and meteorites. We continue with Villa Corano and the Farm Villa Antica Cantina Leonardi. Time is running fast and it remains the only time for a shower in a hotel in Orvieto, where in the People’s Palace, we expect the gala dinner. It ‘was a good dinner, accompanied by wines of Orvieto and the surrounding area, as well as the positive participation of the producers. And last but not least because in these cases the nights never end there we deny a visit to Champagneria finally reached the Clandestine. And so it ends, always late on the second day Vulcanic Wines.
The third day starts early, after a night ended very late at Orvieto. I know how to start giving energy to the day and I do it by going Montanucci in Corso Cavour, one of the bars that I like in Italy. Their famous chocolate cake with semolina and provides the right fuel for the day waiting for me. It starts at the People’s Palace for the tasting of all wines. Then it continues with the realization of a dream, a visit to Castello della Sala owned by Antinori. In the afternoon we expect Laura Custodiper for the visit and tasting, then a very interesting guided tour of the Duomo in Orvieto Underground. The closure of the tasting takes us until ten o’clock in the evening, ready to finish in Viterbo where it ends SloowFood Village. The beauty made ​​by people and the situation never seems to end, and so we conclude at Agriturismo Casaletto Marco Ceccobelli where we wait for the dawn drinking and eating (as usual). So at 5.40 on Monday, ending three days of intense filled with goodness and great pleasures. I hope the photos and comments make good the experience of these three incredible long days.

The Wines Of The Vulcano
4, 5 and 6 July 2014
Montefiscone – Pitigliano – Orvieto and Viterbo.

Pasquale Pace
Share.

Leave A Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi