I migliori 30 vini rosati e i 30 vini dolci per la guida i ristoranti e i vini dell’Espresso 2020 con un mio piccolo commento

0

I Ristoranti e i Vini d’Italia 2020
Le Guide de L’Espresso
Curatore Enzo Vizzari
Andrea Grignaffini curatore de I Vini d’Italia
www.espresso.repubblica.it
www.ilgourmeterrante.it
www.codivin.com
www.cantinaconforme.it
www.vinointorno.it

Eccomi a raccontare la presentazione della Guida dell’Espresso dei Ristoranti e i Vini d’Italia 2020 che si è svolta a Firenze il 14 ottobre 2019 al Teatro Del Maggio Musicale Fiorentino, queste cose in certi momenti saranno anche noiose, ma a me divertono tanto. Dopo i ristoranti cè stata una piccola degustazione con alcuni vini rossi, vini bianchi, spumanti e vini dolci tra quelli che sono tra i migliori per la loro categoria.

Io continuo  a pubblicare lelenco dei 100, oggi i  migliori 30 rosati, 15 con 4 bottiglie e 15 con 3 bottiglie.
I 30 migliori vini dolci con 5 bottiglie e con un mio piccolo commento,  per l
anno 2020.

Ecco i vini rosati con 4 bottiglie:

4 Bottiglie:

AGLIANICO DEL TABURNO LE MONGOLFIERE A SAN BRUNO 2018 – Fattoria La Rivolta (non lo conosco)

CERASUOLO D’ABRUZZO CATALDI MADONNA 2018 – Cataldi Madonna (è un cerasuolo trattato benino)

CERASUOLO D’ABRUZZO CERASUOLO D’ABRUZZO FERZO 2018 – Citra (non lo conosco)

CERASUOLO D’ABRUZZO FOSSO CANCELLI 2018 – Ciavolich (non lo conosco)

COSTA TOSCANA ROSATO IGP SI 2018 – Duemani (Si… lui ha un senso)

ETNA ROSATO 2018 – Cottanera (non lo conosco)

ETNA ROSATO PIETRADOLCE 2018 – Pietradolce (a inizio 2020 diventerà interessante)

ETNA ROSATO ROSATO DI MARTINELLA 2018 – Vivera (non lo conosco)

PIEMONTE ROSATO LAVIGNONE ROSATO 2018 – Pico Maccario (non lo conosco)

ROSATO DEL FRUSINATE IGT ROSÉ LA CASETTA 2018 – Cantina Cominium (non lo conosco)

TERRE DEL VOLTURNO IGT VADO CERÀSO 2018 – Vestini Campagnano (non lo conosco)

TERRE SICILIANE ROSATO IGP SUSUCARU 2018 – Frank Cornelissen (interessante)

TOSCANA IGT AUREA GRAN ROSÉ 2017 – Marchesi de’ Frescobaldi (non lo conosco)

VAL DI NETO GRAYASUSI ETICHETTA ARGENTO 2017 – Ceraudo Roberto (esce un anno dopo e va bene)

VALTÈNESI MOLMENTI 2015 – Costaripa (non lo conosco)

VESUVIO ROSATO 2018 – Cantina del Vesuvio (non lo conosco)

 

I vini rosati con 3 bottiglie:

BARDOLINO CHIARETTO 2018 – Piona Albino (non lo conosco)

BARDOLINO CHIARETTO 2018 – Tantini Giovanna (lei è brava)

BARDOLINO CHIARETTO 2018 – Cavalchina (non lo conosco)

BARDOLINO CHIARETTO CLASSICO 2018 – Guerrieri Rizzardi (non lo conosco)

BARDOLINO CHIARETTO CLASSICO CORDEVIGO 2018 – Villabella (non lo conosco)

CALABRIA IGT MALVAROSA 2018 – Tenute Pacelli (non lo conosco)

CERASUOLO D’ABRUZZO CAMPI ROSA 2018 – Illuminati (non lo conosco)

CERASUOLO D’ABRUZZO JASCI & MARCHESANI 2018 – Jasci & Marchesani (non lo conosco)

ETNA ROSATO ARIEL 2018 – Theresa Eccher (non lo conosco)

ETNA ROSATO MOFETE 2018 – Palmento Costanzo (non lo conosco)

ETNA ROSATO PIANO DEI DAINI 2018 – Tenute Bosco (non lo conosco)

TOSCANA IGT IL ROSÉ 2018 – Fattoria Sardi Giustiniani (una volta era molto buono, oggi esce a gennaio ed è molto inferiore)

VALTÈNESI CHIARETTO MORENA 2018 – Pasini Antica Corte ai Ronchi (non lo conosco)

VERONA IGT ROSATO CORDEROSA 2017 – Le Vigne di San Pietro (non lo conosco)

Dai miei tanti… non lo conosco capirete che non amo i vini rosati. I miei preferiti, pochi, molto pochi, qui non ci sono.

Ecco i vini dolci con 5 bottiglie:

COLLI PIACENTINI VIN SANTO DI VIGOLENO – Lusignani Alberto (non lo conosco)

MALVASIA DELLE LIPARI NA’JM 2015 – Cantine Colosi (non è affatto male)

MALVASIA DELLE LIPARI SELEZIONE CARLO HAUNER 2016 – Hauner (il nome merita rispetto quando si parla di malvasia delle Lipari)

MARSALA AEGUSA (FLORIO) 1994 – Duca Di Salaparuta (non lo conosco)

MARSALA SUPERIORE RUBINO VINTAGE 2015 – Cantine Intorcia (non lo conosco)

PASSITO DI PANTELLERIA BUKKURAM PADRE DELLA VIGNA 2014 – De Bartoli Marco (mi piace)

PASSITO DI PANTELLERIA MARTINGANA 2008 – Salvatore Murana (mi piace tanto)

PIEMONTE MOSCATO PASSITO LA BELLA ESTATE 2017 – Vite Colte (ne capierete sicuramente più di me)

RECIOTO DELLA VALPOLICELLA CLASSICO 2013 – Zenato (è fatto bene)

RECIOTO DI SOAVE CLASSICO LE SPONDE 2017 – Coffele (mi piace tanto)

ROMAGNA ALBANA PASSITO SCACCOMATTO 2015 – Fattoria Zerbina (un grande classico)

TOSCANA IGT VIN SAN GIUSTO 2011 – Fattoria San Giusto a Rentennano (mi piace tantissimo)

VENETO IGT ACININOBILI 2012 – Maculan (un grande classico della cantina Maculan dell’Italia intera)

I vini dolci con 4 bottiglie:

ALTO ADIGE LE PETIT 2016 – Manincor (non è male)

COLLINA TORINESE CARI – Cantine Balbiano (non lo conosco)

COLLINE PESCARESI CLEMÀTIS PASSITO ROSSO 2013 – Zaccagnini Ciccio (non lo conosco)

FRASCATI CANNELLINO 2016 – Villa Simone (non lo conosco)

MALVASIA DELLE LIPARI 2016 – Tenuta di Castellaro (non lo conosco)

MALVASIA DELLE LIPARI MALVASIA DELLE LIPARI PASSITO 2017 – Caravaglio (non lo conosco)

MARSALA SUPERIORE RISERVA DONNA FRANCA – Cantine Florio (non lo conosco)

RECIOTO DELLA VALPOLICELLA 2016 – Collina dei Ciliegi (non lo conosco)

RECIOTO DELLA VALPOLICELLA CLASSICO FIORATO 2016 – Tommasi Viticoltori (non lo conosco)

RECIOTO DELLA VALPOLICELLA CLASSICO LE TRAVERSAGNE 2016 – Le Salette (non lo conosco)

RECIOTO DELLA VALPOLICELLA TESAURO 2016 – Cantina Valpantena (non lo conosco)

RECIOTO DI SOAVE CLASSICO ARDENS 2016 – Cantina del Castello (non lo conosco)

RECIOTO DI SOAVE LA BROIA 2015 – Roccolo Grassi (non lo conosco)

SALENTO IGT PASSITO GLYKÒS 2017 – Cupertinum (non lo conosco)

TERRE SICILIANE IGT L’ECRÙ 2016 – Firriato (non lo conosco)

VIN SANTO DEL CHIANTI CLASSICO LA CHIMERA 2007 – Castello di Monsanto (mi piace tantissimo, il 2006 sarà uno dei tre migliori dolci per l’anno 2019)                                       

VIN SANTO DI CARMIGNANO RISERVA 2011 – Tenuta di Capezzana (molto interessante) 

Pasquale Pace

Il Gourmet Errante, è ciò che faccio da sempre per passione. Ho avuto l'opportunità di degustare tanti vini e prodotti e di passare bellissimi momenti di confronto, discussione e allegria con produttori e artigiani di tutta Italia. Ho vissuto l’evoluzione di molte aziende e nel corso degli anni la curiosità, la ricerca e le scoperte mi hanno portato a disegnare una mappa di emozioni, fatta di persone e storie, che ho sempre cercato di comunicare e promuovere.
Pasquale Pace
Share.

Leave A Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi