I migliori 100 vini rossi per la guida i ristoranti e i vini dell’Espresso 2020 con un mio piccolo commento

0

I Ristoranti e i Vini d’Italia 2020
Le Guide de L’Espresso
Curatore Enzo Vizzari
Andrea Grignaffini curatore de I Vini d’Italia
www.espresso.repubblica.it
www.ilgourmeterrante.it
www.codivin.com
www.cantinaconforme.it
www.vinointorno.it

Eccomi a raccontare la presentazione della Guida dell’Espresso dei Ristoranti e i Vini d’Italia 2020 che si è svolta a Firenze il 14 ottobre 2019 a Firenze al Teatro Del Maggio Musicale Fiorentino, queste cose in certi momenti saranno anche noiose, ma a me divertono tanto. Dopo i ristoranti cè stata una piccola degustazione con alcuni vini rossi, vini bianchi, spumanti e vini dolci tra quelli che sono tra i migliori per la loro categoria.

Io inizio a pubblicare lelenco dei 100 migliori vini rossi, con un ,io piccolo commento,  per lanno 2020. Tra i cento ce ne sono 39 con 5 bottiglie e 61 con 4 bottiglie. Tra i 39 con immenso piacere cè un Cesanese di Olevano Romano, cè il Cirsium 2016 di Damiano Ciolli.

Ecco i vini rossi con 5 bottiglie:

AMARONE DELLA VALPOLICELLA CLASSICO 2011 – Quintarelli Giuseppe (beati voi che lo potete degustare)
AMARONE DELLA VALPOLICELLA CLASSICO 2011 – Bertani Cav. G. B. (degustato a Firenze… ne capirete sicuramente più di me)
AMARONE DELLA VALPOLICELLA VIGNETO DI MONTE LODOLETTA 2012 – Dal Forno Romano (beati voi che potete degustare)
BARBARESCO ASILI 2016 – Giacosa Bruno (beati voi che lo potete degustare)
BARBARESCO ASILI 2016 – Ca’ Del Baio (un ottimo Barbaresco)
BARBARESCO CRICHËT PAJÉ 2011 – I Paglieri – Roagna (beati voi che lo potete degustare)
BARBARESCO RABAJÀ RISERVA 2013 – Rocca Bruno (Barbaresco pazzesco)
BARBARESCO RISERVA CAMP GROS MARTINENGA 2014 – Cisa Asinari (mi piace tantissimo)
BAROLO ACCLIVI 2015 – Burlotto G. B. (tanta perplessità sentendo grandi elogi di questo Barolo)
BAROLO BRICCO BOSCHIS 2015 – Cavallotto (mi piace sempre … anche per un ottimo prezzo)
BAROLO BRICCO ROCCHE 2015 – Ceretto (un classico)
BAROLO BRUNATE 2015 – Rinaldi Giuseppe (si fa valere)
BAROLO BRUNATE 2015 – Vietti (mi piace tanto)
BAROLO CANNUBI 2015 – Damilano (lo debbo ancora assaggiare)
BAROLO RAVERA 2015 – Cogno Elvio (mi piace tanto)
BAROLO RISERVA LAZZARITO 2013 – Germano Ettore (ottimo oggi, domani e chissà per quanti anni ancora) BAROLO RISERVA MONFORTINO 2013 – Conterno Giacomo (degustato da poco, per adesso nella normalità)
BAROLO VIGNA RIONDA 2013 – Oddero Luigi & Figli (tra i Baroli più buoni degustati ultimamente)
BOLGHERI GRATTAMACCO 2016 – Colle Massari – Podere Grattamacco (fa sempre la sua buona figura)
BOLGHERI SASSICAIA 2016 – San Guido (diventerà un monumento del vino italiano… già lo è spesso) BRUNELLO DI MONTALCINO 2013 – Poggio di Sotto (il risveglio della bontà)
BRUNELLO DI MONTALCINO MADONNA DELLE GRAZIE 2013 – Il Marroneto (ormai inizio a credere alla Madonna delle Grazie)
CESANESE DI OLEVANO ROMANO CIRSIUM 2016 – Ciolli (quando tutti stanno conclamando la grandezza del Cirsium 2015, qui abbiamo un grandissimo 2016)
ETNA ROSSO SAN LORENZO 2017 – Russo Girolamo (di questa azienda mi piace tutto, ma da sempre il San Lorenzo è il mio preferito)
FALERNO DEL MASSICO ETICHETTA BRONZO 2013 – Masseria Felicia (è stato un piacere farlo conoscere a Firenze. A chi mi chiedeva: che mi consigli da degustare? Il mio primo pensiero era per il Massico Etichetta Bronzo 2013. Tutti, dico tutti, mi hanno detto che era buonissimo)
MONTEPULCIANO D’ABRUZZO RISERVA VILLA GEMMA 2014 – Masciarelli (non mi dispiace affatto)
ORCIA PETRUCCI MELO 2016 – Podere Forte (ne capirete sicuramente più di bene)
PINOT NERO BARTHENAU VIGNA S.URBANO 2015 – Hofstatter (ne capirete sicuramente più di bene)
PINOT NERO RISERVA VIGNA GANGER MAZON 2015 – Girlan (è molto buono)
TAURASI 2009 – Perillo (ormai sempre di più l’emblema del Taurasi)
TAURASI PUROSANGUE 2014 – Tecce Luigi (peccato che a Firenze non c’era)
TOSCANA IGT CAMARTINA 2015 – Querciabella (fa sempre la sua buona parte)
TOSCANA IGT GALATRONA 2016 – Tenuta di Petrolo (non è niente male)
TOSCANA IGT IL CABERLOT 2016 – Podere Il Carnasciale (mi è piaciuto tanto)
TOSCANA IGT LE PERGOLE TORTE 2016 – Montevertine (semplicemente un capolavoro per l’oggi e per molti anni a venire)
TOSCANA IGT LUPICAIA 2015 – Castello del Terriccio (mi piace tanto)
TOSCANA IGT MASSETO 2016 – Tenuta di Masseto (beati voi che lo potete degustare)
VALDARNO DI SOPRA VIGNA DELL’IMPERO 1935 2016 – Tenuta Sette Ponti (avranno l’abbonamento ai premi)
VALTELLINA SUPERIORE GRUMELLO ROCCA DE PIRO 2015 – Arpepe (quello che mettono in bottiglia ha sempre qualcosa di molto interessante, di buono, di ottimo)
VIGNETI DELLE DOLOMITI IGT SAN LEONARDO 2015 – Tenuta San Leonardo (un classico)

4 Bottiglie:
AGLIANICO DEL TABURNO GRAVE MORA 2012 – Fontanavecchia (ho molta curiosità di assaggiare tutto di questa azienda)
AGLIANICO DEL VULTURE LA FIRMA 2014 – Cantine del Notaio (se sta da tutte le parti, significherà qualcosa)
AGLIANICO DEL VULTURE LE DRUDE 2012 – Laluce Michele (una gran bella sorpresa, bravi i Laluce) AGLIANICO DEL VULTURE TITOLO 2017 – Fucci Elena (ADOROOOOO)
ALTO ADIGE LAGREIN RISERVA TABER 2016 – Kellerei Bozen (degustato a Firenze, non è male e lo sarà per tanto ancora)
AMARONE DELLA VALPOLICELLA CLASSICO 2013 – Zymē (beati voi che lo potete degustare)
AMARONE DELLA VALPOLICELLA CLASSICO 2013 – Rubinelli Vajol (mai sentito)
AMARONE DELLA VALPOLICELLA CLASSICO REIUS 2013 – Sartori (non lo conosco)
AMARONE DELLA VALPOLICELLA CLASSICO RISERVA CAPITEL MONTE OLMI 2013 – Tedeschi Fratelli (da degustare appena possibile)
AMARONE DELLA VALPOLICELLA SELEZIONE ANTONIO CASTAGNEDI 2015 – Tenuta Sant’Antonio (beati voi che lo potete degustare)
ATINA DOC CABERNET 2015 – Antica Tenuta Palombo (tanta curiosità)
BARBARESCO RABAJÀ 2016 – Cortese Giuseppe (un vino fantastico, tra le cose più buone di quest’anno)
BARBARESCO RISERVA VIGNA BOITO 2014 – Rizzi (degustato in cantina, meno di un mese, un vino intrigantissimo)
BARBERA D’ALBA MONBIRONE 2016 – Monchiero Carbone (tra le barbere più buone che esistono al mondo)
BAROLO CERRETTA 2015 – Rosso Giovanni (da Grandi Langhe che penso che è un ottimo Barolo)
BAROLO ORNATO 2015 – Palladino (circa 2000 bottiglie di vero piacere)
BAROLO RISERVA BUSSIA “90 DÌ” 2013 – Fenocchio Giacomo (un fantastico prodotto, per me piacere di averlo degustato varie volte)
BAROLO RISERVA RAVERA 2013 – Lo Zoccolaio (da conoscere)
BAROLO VILLERO 2015 – Boroli (non lo conosco)
BOLGHERI LE CROCINE 57022 2016 – Le Crocine (non lo conosco)
BOLGHERI ORNELLAIA 2016 – Tenuta dell’Ornellaia (un grande Ornellaia la 2016)
BRUNELLO DI MONTALCINO LE POTAZZINE 2014 – Gorelli – Tenuta Le Potazzine (tra i miei migliori assaggi durante l’evento Vinointorno 2019 a Olevano Romano)
BRUNELLO DI MONTALCINO RISERVA 2013 – Brunelli Gianni – Le Chiuse di Sotto (un’ottima riserva) BRUNELLO DI MONTALCINO SAN POLO RISERVA VIGNA VECCHIA 2013 – Poggio San Polo (beati voi che lo potete degustare)
CARMIGNANO CARMIGNANO TERRE A MANO 2016 – Fattoria di Bacchereto “Terre a mano” (un vino che mi è sempre piaciuto)
CERASUOLO DI VITTORIA IRI DA IRI 2013 – Valle dell’Acate (da degustare alla prima occasione)
CESANESE DEL PIGLIO RISERVA PILAROCCA 2015 – Pileum (tra i miei migliori assaggi durante la guida “I Luoghi del Cesanese 2020, vino premiato da me e Carlo Zucchetti)
CHIANTI CLASSICO GRAN SELEZIONE RONCICONE 2016 – Barone Ricasoli – Castello Di Brolio (non ricordo di averlo assaggiato)
CHIANTI CLASSICO GRAN SELEZIONE SAN LORENZO 2016 – Castello di Ama (non ricordo di averlo assaggiato)
CHIANTI CLASSICO RISERVA 2013 – Castell’in Villa (annata, riserva, OTTIMAAAAA!)
COLLI EUGANEI ROSSO GEMOLA 2012 – Vignalta (vino per me sempre intrigante)
CORTONA SYRAH APICE 2015 – Amerighi Stefano (un campione)
ISOLA DEI NURAGHI IGT TURRIGA 2015 – Argiolas (un monumento del vino sardo, del vino italiano da sempre, mi piace tantissimo)
LAZIO IGT HABEMUS 2017 – San Giovenale (un fantastico vino rosso che viene dalla Tuscia, dal Lazio) LESSONA TANZO 2011 – Pietro Cassina (vini che fanno pensare a quanto il Nebbiolo è un grandissimo vitigno)
MONTEPULCIANO D’ABRUZZO DUCA THAULERO 2014 – Casal Thaulero (non lo conosco)
PINOT NERO SCHWEIZER 2016 – Franz Haas (lo vorrei degustare con voi… per capirlo di più)
PRIMITIVO DI GIOIA DEL COLLE POLVANERA “16” 2015 – Polvanera (vino che ho amato)
ROSSESE DI DOLCEACQUA BRICCO ARCAGNA 2017 – Terre Bianche (tra i rossi da me preferiti sull’intero territorio nazionale)
SANNIO ARTUS PIEDIROSSO SANT’AGATA DEI GOTI 2017 – Mustilli ( lo cercherò)
SFURSAT DI VALTELLINA 5 STELLE 2013 – Nino Negri (un’annata fortunata per lo Sfursat 5 Stelle)
SICILIA MILLE E UNA NOTTE 2015 – Donnafugata (da degustare)
SICILIA ROSSO DOC NEROBARONJ 2015 – Gulfi (da degustare… spero a Merano)
TAURASI 2014 – Azienda Agricola Fiorentino (uno, due e tre… tre Taurasi che vorrei degustare prima possibile)
TAURASI 2015 – Feudi di San Gregorio (uno, due e tre… tre Taurasi che vorrei degustare prima possibile)
TAURASI CAMPO CERASO 2014 – Azienda Vinicola Struzziero (uno, due e tre… tre Taurasi che vorrei degustare prima possibile)
TEROLDEGO VIGNETI DELLE DOLOMITI IGT GRANATO 2016 – Foradori (un vino che mi piace da sempre) TINTILIA DEL MOLISE DOP MACCHIAROSSA 2014 – Cipressi (vino che ho visto crescere anno dopo anno, fino ad arrivare in ogni dove nei premi delle guide)
UNO SPAZIO VUOTO PER ME
TOSCANA IGT FLACCIANELLO DELLA PIEVE 2016 – Fontodi (alle anteprime del chianti classico, l’ho difeso verso tanta diffidenza)
TOSCANA IGT GABBRO 2016 – Montepeloso (uno, due e tre… tre IGT Toscana che vorrei degustare prima possibile)
TOSCANA IGT GIODO 2017 – Podere Giodo (uno, due e tre… tre IGT Toscana che vorrei degustare prima possibile)
TOSCANA IGT IL CARBONAIONE 2016 – Poggio Scalette (uno, due e tre… tre IGT Toscana che vorrei degustare prima possibile)
TOSCANA IGT RIECINE DI RIECINE 2015 – Riecine (mi piace tantissimo)
TOSCANA IGT SOLAIA 2016 – Marchesi Antinori (beati voi che lo potete degustare)
TOSCANA IGT TENUTA DI TRINORO 2016 – Tenuta di Trinoro – Vini Franchetti (vino che mi piace tantissimo) TOSCANA ROSSO LE PUPILLE SYRAH2016 – Fattoria Le Pupille (si sta tornando a grandi livelli)
VALTELLINA SUPERIORE SASSELLA GRISONE 2016 – Mozzi Alfio (non lo conosco)
VINO NOBILE DI MONTEPULCIANO COSTA GRANDE 2015 – Boscarelli (mi piacciono tanto i vini di Boscarelli) VINO NOBILE DI MONTEPULCIANO POGGETTO DI SOPRA 2015 – Avignonesi (non lo conosco)

Pasquale Pace

Il Gourmet Errante, è ciò che faccio da sempre per passione. Ho avuto l'opportunità di degustare tanti vini e prodotti e di passare bellissimi momenti di confronto, discussione e allegria con produttori e artigiani di tutta Italia. Ho vissuto l’evoluzione di molte aziende e nel corso degli anni la curiosità, la ricerca e le scoperte mi hanno portato a disegnare una mappa di emozioni, fatta di persone e storie, che ho sempre cercato di comunicare e promuovere.
Pasquale Pace
Share.

Leave A Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi