I migliori 100 vini bianchi per la guida i ristoranti e i vini dell’Espresso 2019 con un mio piccolo commento

0

I Ristoranti e i Vini d’Italia 2019
Le Guide de L’Espresso

Curatore Enzo Vizzari
Andrea Grignaffini curatore de I Vini d’Italia
pp 792
€ 24,90 in edicola e libreria
€7,99 App

www.espresso.repubblica.it
www.ilgourmeterrante.it
www.codivin.com
www.cantinaconforme.it
www.vinointorno.it

Quest’anno le guide dell’Espresso si sono unite in una sola, quindi vini e ristoranti insieme. Io inizio con i vini bianchi, sono 100, ci sono dei vini per cui mi complimento per la scelta, io da parte mia ci metterò tra parentesi un mio pensiero anche un semplice “complimenti” , poi ci sono grandi vini che rappresentano l’Italia vitivinicola a cui non serve dire nulla… un esempio è il Fiorduva di Marisa Cuomo. La mia regione, il Lazio,è ben rappresentata e ne sono felice. A dopo per i vini rossi, i vini dolci e gli spumanti.

5 bottiglie:
ABRUZZO PECORINO CASADONNA 2017 – Feudo Antico
ALTO ADIGE TERLANO RISERVA VORBERG 2015 – Produttori Terlano
ALTO ADIGE VALLE VENOSTA RIESLING WEINGARTEN WINDBICHEL 2016 – Unterortl – Castel Juval (fantastico)
COLLI TORTONESI DERTHONA STERPI 2016 – Vigneti Massa
COSTA D’AMALFI FURORE BIANCO FIORDUVA 2016 – Cuomo Marisa
ERBALUCE DI CALUSO LA TORRAZZA 2017 – Ferrando
ETNA BIANCO ARCURIA 2016 – Graci
LANTHANO BIANCO 2013 – Giorgio Mercandelli
SOAVE CLASSICO CALVARINO 2016 – Pieropan Leonildo
TOSCANA IGT BATÀR 2016 – Querciabella
VERDICCHIO DEI CASTELLI DI JESI CLASSICO RISERVA VILLA BUCCI 2016 – Villa Bucci

4 bottiglie:
ALBANA DI ROMAGNA FIORILE 2017 – Fondo San Giuseppe
ALTO ADIGE MÜLLER THURGAU FELDMARSCHALL 2016 – Tiefenbrunner
ALTO ADIGE SAUVIGNON VOGLAR 2016 – Peter Dipoli
ALTO ADIGE TERLANO CHARDONNAY SOPHIE 2016 – Graf Enzenberg – Manincor
ALTO ADIGE VALLE ISARCO MÜLLER THURGAU 2017 – Abbazia di Novacella
ALTO ADIGE VALLE ISARCO PRIVATE CUVÉE ANDREAS HUBER 2015 – Pacherhof  (ritorno alla qualità)
ALTO ADIGE VALLE ISARCO RIESLING 2016 – Kofererhof  (grande “bambolotto”)
ALTO ADIGE VALLE ISARCO SYLVANER 2016 – Kerschbaumer Alois – Garlider (adorooooo)
ALTO ADIGE VALLE VENOSTA PINOT BIANCO 2016 – Pratzner Franz – Falkenstein (un mito)
CAMPI FLEGREI FALANGHINA COLLE IMPERATRICE 2017 – Cantine degli Astroni (grande Emanuela e Gerardo)
CILENTO FIANO PIETRAINCATENATA 2016 – Maffini Luigi (aspettarlo un anno per avere un campione)
CIVITELLA D’AGLIANO GRECHETTO LATOUR A CIVITELLA 2016 – Mottura Sergio (lui mi piace)
COLLI DI LUNI FOSSO DI CORSANO 2017 – Terenzuola (stupendo)
COLLI ORIENTALI DEL FRIULI CHARDONNAY RONCO PITOTTI 2015 – Vignai da Duline (braviiiii)
COLLI TORTONESI DERTHONA ITALO 2016 – Bottazzi
COLLIO BIANCO 2016 – Terre del Faet (complimenti veri a voi e al produttore)
COLLIO BIANCO BRÀTINIS 2015 – Gradis’ ciutta
COLLIO FRIULANO 2016 – Ronco Blanchis
COLLIO FRIULANO MANDITOCAI 2016 – Livon
COLLIO RIBOLLA GIALLA RISERVA 2013 – Primosic
ETNA BIANCO A’ PUDDARA 2016 – Tenuta di Fessina (brava Silvia)
ETNA BIANCO SCIARE VIVE 2017 – Vigneti Vecchio
ETNA BIANCO SUPERIORE PIETRAMARINA 2015 – Benanti
ETNA BIANCO VIGNA MARIAGRAZIA 2016 – Tenuta Benedetta (bravi a metterlo, bravo Daniele Noli)
FIANO DI AVELLINO 2015 – Guido Marsella
FIANO DI AVELLINO 2017 – Colli di Lapio (“BONO”)
FIANO DI AVELLINO CIRO 906 2014 – Picariello Ciro (vai Ciro e famiglia)
FIANO DI AVELLINO EXULTET 2017 – Quintodecimo (Luigi excellente)
FIANO DI AVELLINO STILEMA 2015 – Mastroberardino
FORLÌ LE CAMPORE 2015 – Il Pratello
FRASCATI SUPERIORE RISERVA PRIMO 2017 – Merumalia (bravi alla famiglia Fusco)
GAVI 2017 – Villa Sparina
GAVI BRUNO BROGLIA 2017 – Broglia Gian Piero – Tenuta La Meirana
GRECO DI TUFO 2017 – Azienda Agricola Petilia
GRECO DI TUFO 2017 – Torricino  (sempre più buono)
GRECO DI TUFO DEVON 2017 – Caggiano Antonio (non sbagliano un colpo)
GRECO DI TUFO ORTALE 2017 – Cantine di Marzo
GRECO DI TUFO VIGNA CICOGNA 2017 – Ferrara Benito
LANGHE RIESLING HÉRZU 2016 – Germano Ettore (ormai un grande classico)
LANGHE SAUVIGNON 2017 – Tenute Cisa Asinari dei Marchesi di Grésy
LAZIO IGT TREBBIANO 2017 – Casale Certosa (bravi i Cosmi, vini 2017 da applausi)
LAZIO IGT POGGIO TRIALE 2016 – La Pazzaglia (siete due bombe sorelle Verdecchia)
LUGANA BROLETTINO 2016 – Ca’ dei Frati
LUGANA RISERVA DEL LUPO 2015 – Cà Lojera
LUGANA VIGNA DEL MORARO VERDE 2016 – Sansonina
MENFI LALUCI 2017 – Baglio del Cristo di Campobello (vai Carmelo)
MENFI SUR SUR 2017 – Donnafugata
MENFI TEREBINTO 2017 – Planeta
OFFIDA PECORINO DONNA ORGILLA 2017 – Fiorano
OFFIDA PECORINO PISTILLO 2017 – Poderi San Lazzaro
PONTE DI TOI 2016 – Stefano Legnani (bravi a voi degustatori)
RIBOLLA RISERVA 2003 – Gravner Josko  (la 2005 sarà uno dei miei tre bianchi dell’anno)
RIVIERA LIGURE DI PONENTE VERMENTINO VIGNA SORÌ 2017 – Poggio dei Gorleri
ROERO ARNEIS PRADVAJ 2017 – Malabaila di Canale
SANNIO TABURNO FALANGHINA 2017 – Fattoria La Rivolta
SOAVE CLASSICO CONTRADA SALVARENZA VECCHIE VIGNE 2015 – Gini (bravi assai, la mia azienda dell’anno per il nord Italia)
SOAVE CLASSICO STAFORTE 2016 – Prà Graziano
TOSCANA IGT MONTEPEPE BIANCO 2016 – Montepepe  (bravi, vino incredibile)
TREBBIANO SPOLETINO ARNETO 2016 – Tenuta Bellafonte
TREBBIANO SPOLETINO VIGNA TONDA 2016 – Antonelli San Marco (bravi voi e Filippo)
VALLE D’AOSTA PETITE ARVINE 2016 – Ottin Elio  (vino buonissimo)
VENETO IGT STUDIO 2016 – Ca’ Rugate
VERDICCHIO DEI CASTELLI DI JESI CLASSICO SUPERIORE L’INSOLITO DEL POZZO BUONO 2016 – Vicari  (mi piace)
VERDICCHIO DEI CASTELLI DI JESI CLASSICO SUPERIORE PODIUM 2016 – Garofoli Gioacchino (un ottimo classico)
VERDICCHIO DEI CASTELLI DI JESI CLASSICO SUPERIORE SOTERIA 2016 – Vigna degli Estensi
VERDICCHIO DI MATELICA TERRAVIGNATA 2017 – Borgo Paglianetto (applausi a tutto Paglianetto) VERDICCHIO DI MATELICA VIGNETI B. 2017 – Cantine Belisario •
VERDICCHIO DI MATELICA VIGNETO FOGLIANO 2016 – Bisci (Bisci ha la forza di aspettare)
VERMENTINO DI GALLURA CANAYLI VENDEMMIA TARDIVA 2017 – Cantina Gallura (quanto ne ho bevuto)
VERMENTINO DI SARDEGNA MATTARIGA 2017 – Chessa
VERNACCIA DI SAN GIMIGNANO RISERVA L’ALBERETA 2015 – Il Colombaio di Santa Chiara (vi voglio bene assai, bravi)
VERNACCIA DI SAN GIMIGNANO TRADIZIONALE 2016 – Montenidoli

3 bottiglie:
ABRUZZO PECORINO 8.5 2017 – Villa Medoro
ABRUZZO PECORINO DONNA GRETA 2017 – Cantina Frentana
ALTO ADIGE GEWÜRZTRAMINER BRENNTAL RISERVA 2016 – Produttori Cortaccia
COLLI DI LUNI VERMENTINO 2017 – Podere Lavandaro
COLLI ORIENTALI DEL FRIULI FRIULANO 2017 – Torre Rosazza
FRASCATI SUPERIORE ABELOS 2017 – De Sanctis  (la quarta bottiglia ci stava tutta)
FRIULI FRIULANO 2016 – Tenuta Beltrame
LAZIO IGT CAPOLEMOLE 2017 – Carpineti Marco
SANNIO FACETUS – TABURNO FALANGHINA 2012 – Fontanavecchia
SANNIO FALANGHINA 2017 – Corte Normanna
SOAVE CLASSICO CASTELLO 2017 – Cantina del Castello  (ritorno ai vecchi fasti)
SOAVE CLASSICO MONTE DE TONI 2017 – I Stefanini (sempre buono, dal momento che lo avete messo 4 bottiglie c’erano tutte)
VERDICCHIO DEI CASTELLI DI JESI CLASSICO SORA ELVIRA 2016 – Serenelli Alberto
VERDICCHIO DEI CASTELLI DI JESI CLASSICO SUPERIORE CASAL DI SERRA VECCHIE VIGNE 2016 – Umani Ronchi (piace anche a me)
VERDICCHIO DI MATELICA TERRAMONTE 2017 – Cantine PRO.VI.MA.
VERMENTINO DI SARDEGNA NURAGHE CRABIONI 2017 – Nuraghe Crabioni – Tresmontes
VERMENTINO DI SARDEGNA STELLATO 2017 – Pala

Pasquale Pace

Pasquale Pace

Il Gourmet Errante, è ciò che faccio da sempre per passione. Ho avuto l'opportunità di degustare tanti vini e prodotti e di passare bellissimi momenti di confronto, discussione e allegria con produttori e artigiani di tutta Italia. Ho vissuto l’evoluzione di molte aziende e nel corso degli anni la curiosità, la ricerca e le scoperte mi hanno portato a disegnare una mappa di emozioni, fatta di persone e storie, che ho sempre cercato di comunicare e promuovere.
Pasquale Pace
Share.

Leave A Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi