Bibenda 2019, inizio con i 5 grappoli della Sicilia e della Sardegna con un mio piccolo commento

0

Bibenda FIS la guida della
Fondazione Italiana Sommelier 2019
Via Alberto Cadlolo, 101
Roma
www.bibenda.it
www.ilgourmeterrante.it
www.codivin.com
www.cantinaconforme.it
www.vinointorno.it

Mancano solo 5 giorni alla cena dei 5 grappoli, anche quest’anno circa 600 vini premiati. Io inizierò pubblicando i vini di Sicilia e Sardegna. Metterò un mio piccolo commento per ogni vino, se li conosco e se sono degni di nota… alle prossime regioni, alla cena di sabato.

I cinque grappoli per la Sicilia:

Barone di Serramarrocco 2016 | Barone Di Serramarrocco
Brut Rosé 50 mesi 2013 | Terrazze dell’Etna (quando lo trovo nei ristoranti del sud e tra i miei spumanti preferiti)
Cerasuolo di Vittoria Classico Cru Iri da Iri 2013 | Valle Dell’Acate (un vino che affina in tonneau e quando esce, aspettandolo per un anno e mezzo e pronto per una buona beva)
Cerasuolo di Vittoria Classico Dorilli 2016 | Planeta (non sembra un vino di Planeta, quando si vuole si fanno vini seri)
Cerasuolo di Vittoria Classico Forfice 2014 | Paolo Calì (ti ho criticato tanto amico mio, oggi è un piacere bere il tuo Cerasuolo)
Duca Enrico 2015 | Duca di Salaparuta (un vino storico, quando si aprono annate vecchie a volte è sorprendente)
Dydime 2017 | Tenuta Capofaro Tasca d’Almerita (peccato che esca così giovane… ai ai i commerciali)
Etna Bianco Arcurìa 2016 | Graci  (amo i loro vini e questo è un grande Arcurìa bianco)
Etna Bianco A’ Puddara 2016 | Tenuta di Fessina (un carricante che non tradisce mai)
Etna Bianco Superiore Pietra Marina 2015 | Benanti (negli anni passati quanti ne ho bevuti, oggi non mi trovo più)
Etna Rosso Arcurìa 2016 | Graci (ancora i Graci come è giusto che sia, un ottimo Arcurìa rosso)
Etna Rosso Calderara Sottana 2016 | Tenuta delle Terre Nere (un vino di questa azienda è giusto che ci sia sempre…anche due)
Etna Rosso Cisterna Fuori 2016 | Le Vigne Biondi (era tanto che non lo bevevo, l’ho bevuto qualche mese fa in Sicilia, vino da star seduto comodo e goderselo)
Etna Rosso Contrada Zottorinoto Riserva 2014 | Cottanera
Etna Rosso Feudo di Mezzo 2015 | Cottanera
Etna Rosso Nero di Sei 2014 | Palmento Costanzo (una delle aziende siciliane scoperte quest’anno)
Etna Rosso San Lorenzo 2016 | Girolamo Russo (da sempre uno dei miei Etna rossi preferiti, un grande vino italiano)
Etna Rosso Vigna Barbagalli 2015 | Pietradolce (ci litigo con questo vino, il motivo? Lo dico quando ce l’ho nel bicchiere)
Etna Rosso Vinupetra 2015 | I Vigneri (accetto tutto dal gruppo dei Vigneri)
Faro 2014 | Palari (la storia della denominazione Faro, e la storia continua alla grande)
Franchetti 2015 | Passopisciaro Vini Franchetti (spettacolo allo stato puro, tra i miei 9 vini preferiti del Merano WineFestival)
Il Frappato 2016 | Occhipinti (lei è brava…punto e a capo)
Litra 2014 | Abbazia Santa Anastasia (la biodinamica perfetta, troppo perfetta e io non la capisco)
Malvasia delle Lipari Passito Selezione Carlo Hauner 2015 | Hauner (uno dei grandi vini dolci siciliani)
Marsala Superiore Semisecco Ambra Donna Franca Riserva Florio Mille e Una Notte 2014 | Donnafugata
Nero Ossidiana 2014 | Tenuta di Castellaro (da un’azienda bellissima, un vino che sa di vulcano e mi piace)
Passito di Pantelleria 2017 | Solidea
Passito di Pantelleria Bugeber 2014 | Cantine Rallo
Passito di Pantelleria Bukkuram Sole d’Agosto 2015 | Marco De Bartoli (questo vino fa sentire il sole sempre)
Sicilia Contea di Sclafani Extra Brut Almerita Contessa Franca 2011 | Tenuta Regaleali Tasca d’Almerita (un metodo classico siciliano che a volte lo prendo anche lontano dalla Sicilia)
Sicilia Nero d’Avola Saia 2016 | Feudo Maccari
Sicilia Nero d’Avola Don Antonio 2016 | Morgante (bottiglie vecchie per favore)
Sicilia Nero d’Avola Lu Patri 2016 | Baglio del Cristo di Campobello (un vino che conosco dalla sua nascita e ci sta bene sempre in liste così)
Sicilia Nero d’Avola Vrucara 2014 | Feudo Montoni
Sicilia NeroSanloré 2013 | Gulfi (mi piacciono i vini dei Gulfi già dalle etichette)
Sicilia Rosso Sàgana Tenuta San Giacomo 2016 | Cusumano
Syrah Kaid 2016 | Alessandro di Camporeale (un’azienda che ti sorprende con la Syrah in Sicilia)
Syrah Vendemmia Tardiva Kaid 2017 | Alessandro di Camporeale
Tendoni di Trebbiano 2016 | Centopassi
Vigne Vecchie 2008 | Calabretta

I cinque grappoli per la Sardegna:

Alghero Cabernet Marchese di Villamarina Riserva 2014 | Sella & Mosca
Barrua 2015 | Agripunica (un vino che mi piace dal primo sorso, ormai e passato qualche anno)
Cannonau di Sardegna Josto Miglior Riserva 2015 | Antichi Poderi Jerzu
Carignano del Sulcis Arruga 2015 | Sardus Pater
Carignano del Sulcis Superiore Terre Brune 2014 | Cantina Santadi (un grande classico dell’isola, da considerare sempre, poi in quest’annata è davvero in ottimo vino da subito)
Dettori 2013 | Dettori (un loro vino ci sta sempre bene)
Mandrolisai Istentu 2014 | Fradiles
Nuracada 2016 | Audarya (mi piace questo bovale)
Tenores 2014 | Dettori (un secondo vino di Dettori non storpia mai)
Turriga 2014 | Argiolas (un vino che adoro, mi fa sentire il mare sempre)
Vernaccia di Oristano Antico Gregori I Contini (sono sempre interessanti le vernacce di Contini)

Pasquale Pace

Pasquale Pace

Il Gourmet Errante, è ciò che faccio da sempre per passione. Ho avuto l'opportunità di degustare tanti vini e prodotti e di passare bellissimi momenti di confronto, discussione e allegria con produttori e artigiani di tutta Italia. Ho vissuto l’evoluzione di molte aziende e nel corso degli anni la curiosità, la ricerca e le scoperte mi hanno portato a disegnare una mappa di emozioni, fatta di persone e storie, che ho sempre cercato di comunicare e promuovere.
Pasquale Pace
Share.

Leave A Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi